MARTEDÌ 02 AGOSTO 2016, 15:30, IN TERRIS

CARACAS, ARRESTATI DUE EX CAPI ANTIDROGA: FAVORIVANO I CARTELLI DELLA COCA

Nestor Luis Reverol e Edylberto José Molina sono stati accusati di complicità con le reti di narcotraffico

MILENA CASTIGLI
CARACAS, ARRESTATI DUE EX CAPI ANTIDROGA: FAVORIVANO I CARTELLI DELLA COCA
CARACAS, ARRESTATI DUE EX CAPI ANTIDROGA: FAVORIVANO I CARTELLI DELLA COCA
Terremoto giudiziario in Venezuela, stato sudamericano tra i maggiori produttori ed esportatori di cocaina. Due ex responsabili dell'Ufficio nazionale Antidroga (Ona) venezuelano, Nestor Luis Reverol e Edylberto José Molina, sono stati accusati di complicità con le reti di narcotraffico locali e internazionali dalla giustizia americana.

Secondo l'accusa, mossa dalla procura in un tribunale di New York, i due responsabili avrebbero ricevuto ingenti somme di denaro dalle organizzazioni criminali in cambio di assistenza nell'invio e distribuzione di grandi quantità di cocaina verso gli stessi Stati Uniti. Le indagini coprono l’arco di tempo che va da inizio 2008 a tutto il 2019, durante la presidenza di Hugo Chavez, quando i due indagati erano i comandanti dell’ufficio antidroga venezuelano.

Le autorità statunitensi stimano che circa il 90% della cocaina entra nel paese attraversando il confine territoriale tra gli Stati Uniti e il Messico, mentre circa il 70% della cocaina lascia la Colombia via Oceano Pacifico, il 20% attraverso l’Atlantico e il 10% attraverso il Venezuela e i Caraibi. un flusso che nel 2008 è stato stimato nell’ordine di circa 196 tonnellate, pari a 38 miliardi di dollari.

I profitti più alti vengono generati negli stessi Stati Uniti, dove la vendita all’ingrosso e quella al dettaglio producono circa 29,5 miliardi di dollari. I minori, ovviamente, ai produttori diretti: ai coltivatori di coca delle tre principali nazioni produttrici, Perù Colombia e Bolivia, è stato attribuito un introito di circa 1 miliardo di dollari. Oltre 30.000 le vittime per morte violenta - negli ultimi dieci anni - legate al narcotraffico.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
La questura di Reggio Calabria
'NDRAGHETA

Vietati i funerali solenni di Carmelo Muià

La procura: "Motivi di sicurezza". "Mino" fu ucciso in un agguato il 18 gennaio
Il segretario del Pd, Matteo Renzi
FLAT TAX

Renzi: "E' un Robin Hood al contrario". E rilancia gli 80€

Il segretario Pd: "E' per i milionari come Berlusconi e Grillo, irrealizzabile economicamente"
Particolare dello
ARTE

Al via il restauro dello "Stendardo" di Tiziano

Trasferito dalla Galleria Nazionale delle Marche nei laboratori dell’Istituto Superiore per la Conservazione
L'attacco allhotel Intercontinental di Kabul
KABUL

Talebani rivendicano l'attacco all'hotel Intercontinental

Uccisi tre assalitori. 6 i morti e 5 i feriti, 126 persone tratte in salvo
Donne al lavoro

Discriminate

Le donne, secondo le statistiche mondiali, guadagnano meno degli uomini nelle professioni e nei lavori in cui sono...
Un astronauta nello spazio
MISSIONI SPAZIALI

Febbre tra le stelle, ma è una reazione normale

La temperatura corporea si sviluppa gradualmente dopo circa 2,5 mesi dall'inizio della permanenza in orbita