SABATO 13 APRILE 2019, 11:02, IN TERRIS


CAGNANO VARANO | FG

Carabiniere ucciso: il cordoglio dell'Arma

La vittima è il maresciallo Vincenzo Carlo Di Gennaro; ferito un collega

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Vincenzo Carlo Di Gennaro
Vincenzo Carlo Di Gennaro
U

n maresciallo dei carabinieri è stato ucciso in una sparatoria questa mattina a Cagnano Varano, in provincia di Foggia. La vittima è Vincenzo Carlo Di Gennaro, il maresciallo vicecomandante della stazione locale dei carabinieri di Cagnano Varano. Il militare è stato freddato questa mattina nella piazza centrale del paese garganico da un soggetto armato di pistola che dopo essersi avvicinato alla pattuglia dei militari dell'Arma, ha aperto il fuoco ferendo a morte Di Gennaro, deceduto poco dopo durante il trasporto in ospedale.

La dinamica

La pattuglia del 112, con a bordo la vittima e un collega, era stata chiamata per una lite familiare. Stava procedendo al controllo di un 64enne, Giuseppe Papantuono, con precedenti per reati in fatto di stupefacenti quando il malvivente avrebbe estratto la pistola e aperto il fuoco contro i due militari dell'Arma. Trasportato al Pronto Soccorso il vicecomandante Di Gennaro è deceduto per le gravissime lesioni riportate, mentre il collega - Pasquale Casertano di 23 anni - ferito da alcuni colpi alle braciia e al torace, è stato trasportato presso l'ospedale Casa Sollievo della Sofferenza ma non sarebbe in pericolo di vita. L'autore della sparatoria - rimasto aggrappato all'auto del 112 - è stato immediatamente bloccato, arrestato e accompagnato in caserma a Vico del Gargano per l'interrogatorio. L'arma è stata recuperata e sequestrata. Sulla vicenda indagano i carabinieri del comando provinciale di Foggia.


Il cordoglio dell'Arma dei Carabinieri

"Una vita umana vale il mondo intero. E così il maresciallo maggiore Vincenzo Carlo Di Gennaro, 46 anni, morendo in servizio nella piazza di Cagnano Varano, il paese dove lavorava presso la locale Stazione Carabinieri, è un mondo che scompare. Lo ha ucciso un uomo con precedenti penali, che ha estratto una pistola in occasione di un controllo e ha sparato ferendo anche un altro carabiniere, al quale vanno i nostri auguri di pronta guarigione. Il maresciallo era celibe e non lascia figli, diranno le prime note di agenzia. Ma tutti noi ne siamo orfani. I familiari, gli amici, i colleghi. Chiunque abbia a cuore la giustizia e conosca il valore della vita. Arrivederci nel cielo, Vincenzo. Il viaggio ti sia lieve", scrive l'Arma.


La preghiera di Salvini

"Una preghiera per Vincenzo, un pensiero alla sua famiglia e ai suoi colleghi, il mio impegno perché questo assassino non esca più di galera e perché le forze dell'ordine lavorino sempre più sicure, protette e rispettate" ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini esprimendo il suo cordoglio per la morte del carabiniere in servizio nella caserma di Cagnano Varano.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Teste di cuoio
LOURDES

L'ex militare si arrende alla polizia

L'unica ferita è l'ex compagna dell'uomo: raggiunta da un colpo di arma da fuoco
L'Ilva di Taranto
ILVA

Si dimettono i commissari straordinari

Lettera recapitata al Mise. Di Maio: "Grazie per il lavoro svolto, inizia fase due"
Luigi Di Maio
25 APRILE

Di Maio attacca: "Chi lo nega era anche a Verona"

Il vicepremier critico: "Coloro che negano la festa della Liberazione passeggiavano con gli antiabortisti"
Simbolo Eurostat
COMUNITÀ EUROPEA

Eurostat: debito in crescita nel 2018

Il deficit è invece sceso al 2,1%, dal 2,4% del 2017
Armando Siri
IL CASO

Siri, Salvini: "Giudici facciano in fretta"

Il vicepremier: "Si è colpevoli solo con condanna". Morra: "Intollerabile presenza nel governo"
Coltello
ROMA

Gli vede il crocifisso al collo, tenta di sgozzarlo

Il fatto alla vigilia di Pasqua vicino la stazione Termini. Marocchino l'aggressore