GIOVEDÌ 17 MAGGIO 2018, 17:33, IN TERRIS

EUTANASIA

Cappato e Welby chiedono il giudizio immediato

Indagati per il suicidio assistito di Davide Trentini in Svizzera

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Davide Trentini con Mina Welby
Davide Trentini con Mina Welby
R

iparte la battaglia per l'introduzione dell'eutanasia in Italia, una strada di fatto già aperta dalle Dat, le disposizioni anticipate di trattamento. Una battaglia che per il momento i paladini della "dolce morte" stanno conducendo sul campo, aiutando i malati a morire, e nelle aule giudiziarie.

Così Marco Cappato e Mina Welby, dopo essersi autodenunciati per la morte di Davide Trentini, malato di Sla, avvenuta il 13 aprile in Svizzera col suicidio assistito, hanno ora chiesto il giudizio immediato, rinunciando all'udienza preliminare fissata per il 31 maggio a Massa, dove il tesoriere e la copresidente dell'associazione Luca Coscioni, sono indagati. In una nota diffusa da Filomena Gallo, segretario dell'associazione, avvocato e coordinatrice del collegio di difesa di Cappato e Welby, si spiega che i due hanno deciso "di saltare un passaggio dell'Iter giudiziario, rinunciando alla udienza preliminare del 31 maggio e optando per il giudizio immediato davanti alla Corte d'Assise". "Di fronte a una imputazione che include la istigazione al suicidio, oltre che l'aiuto materiale, riteniamo indispensabile - si legge nella nota - andare a un dibattimento pubblico, anche nella speranza di aiutare il Parlamento a mettere in discussione la legge di iniziativa popolare per la legalizzazione dell'eutanasia, che da oltre quattro anni e mezzo giace alla Camera dei Deputati". La morte di Davide Trentini avvenne il 13 aprile 2017. L'indomani Marco Cappato e Mina Welby si autodenunciarono. La fase delle indagini svolte dalla Procura di Massa si è conclusa con il cosiddetto "Avviso di conclusione delle indagini preliminari", datato 28 settembre 2017.

"Successivamente - si legge ancora nella nota - sono stati avvisati gli indagati della richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura di Massa al Gip, che ha fissato l'udienza preliminare per il prossimo 31 maggio 2018 alle 10.30. A questo punto il Giudice dell'udienza preliminare avrebbe dovuto decidere se rinviare a giudizio Mina Welby e Marco Cappato" accusati di istigazione o aiuto al suicidio sotto forma di concorso. "La decisione di rinunciare all'udienza preliminare porta di nuovo Marco Cappato, dopo il fronte processuale aperto per l'assistenza offerta a Dj Fabo, di fronte ad una Corte di Assise che ora ha il compito di fissare la data del processo di primo grado. Questa volta insieme a Mina Welby. Saranno giudicati - conclude la nota - per un reato punito in Italia in modo grave, proprio mentre la Corte di Assise di Milano, tramite ordinanza, ha rimesso la stessa norma alla valutazione della Consulta per giudicarne i profili di costituzionalità".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
SANITÀ

Il primo ospedale a misura di donna

Esordio a Milano della struttura "rosa" ispirata al Brigham and Women Hospital di Boston
CATANIA

Madre tenta di uccidere il figlio. La badante lo salva

Il giovane è un ventenne disabile. La donna gli ha fatto ingerire un flacone di sedativo
Dia
'NDRANGHETA

Decapitati i vertici di due cosche di Cosenza

Arrestato, in Francia, Domenico Stanganelli: era latitante dal 2014
Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a Bruxelles - Foto © Afp
IL PUNTO

Mutamenti parlamentari

Tre senatori del Movimento Cinque Stelle passano alla Lega, botta e risposta Salvini-Di Maio
Un senza tetto dorme alla stazione
ROMA EST

Firmato accordo tra Inps e Comunità di Sant’Egidio

Al via un centro di integrazione per facilitare l’erogazione dei servizi di base alle fasce deboli
Neve in città
MALTEMPO

Allerta neve nel Nord Italia

Al Centro farà la sua comparsa sull'Appennino sopra i 1400 metri
Un sacerdote in ospedale
FEDE

Siglato il Manifesto interreligioso dei diritti nei percorsi di fine vita

Rappresenta un importante traguardo del dialogo interreligioso in ambito sanitario
Ugo Grassi

Quando l'eletto è sganciato dall'elettore

Dichiarazioni al vetriolo quelle rilasciate da Luigi Di Maio per l’approdo del Senatore Ugo Grassi alla Lega,...
Jeremy Corbyn
LO SCONFITTO

Corbyn, la caduta del leader ombra

I laburisti colano a picco e puntano il dito contro il loro presidente, accusato di troppe incertezze sul fronte Brexit
I sofficini - screenshot di uno spot pubblicitario
PALERMO

Quando la cena si trasforma nel pomo della discordia

Un antico proverbio recita: "Tra moglie e marito non mettere il dito", ma ci sono alcuni casi in cui è...
Scritta contro la mafia a Capaci

Mafia e razzismo, voci dolenti della povertà morale

Mafia, razzismo e povertà sono le manifestazioni più tragiche ed inquietanti della società...
Boris Johnson raggiunge la maggioranza assoluta
ELEZIONI

Trionfa Johnson: Regno Unito verso la Brexit

Tracollo dei laburisti, al premier la maggioranza assoluta: cosa succede ora