SABATO 18 MAGGIO 2019, 11:10, IN TERRIS


CONFESSIONE CHOC

Cagliari, la madre di Esperanza: "L'ho soffocata io"

Della bimba di 20 mesi si erano perse le tracce il 23 dicembre scorso

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Il camper della famiglia dopo il rogo
Il camper della famiglia dopo il rogo
"L'

ho soffocata io". E' l'ultima agghiacciante confessione fornita dalla madre della piccola Esperanza, la bimba rom di soli 20 mesi di cui si erano perse le tracce il 23 dicembre scorso a Cagliari. Un incendio aveva bruciato la roulotte della famiglia ma tra le lamiere non erano state trovate tracce del corpicino. Dopo alcune indagini, si era scoperto che la piccola non era stata rapita, ma era morta.


La confessione choc

Per l'accaduto, erano stati fermati i genitori. La madre, Dragana Ahmetovic, è attualmete rinchiusa nel carcere di Uta, nella stessa struttura detentiva dove è detenuto anche il marito, Slavko Seferovic. In questi mesi, la donna aveva dato numerose versioni contrastanti, ritrattazioni, finte confessioni. Dopo aver cambiato numerosi avvocati, la coppia aveva fornito (sia prima durante le indagini sulla scomparsa, sia dopo dal carcere) racconti differenti dicendo inizialmente che la bimba era stata rapita, poi di aver trovato la bimba nel suo lettino ormai senza vita, morta per motivi naturali, poi ancora che era soffocata mentre mangiava e infine la donna aveva incolpato il marito dell'omicidio. Ma oggi, all'ennesimo interrogatorio davanti al pm Guido Pani, la madre sembra abbia cambiato nuovamente versione, auto incolpandosi del delitto ammettendo di aver ucciso lei la bambina tramite soffocamento. Ipotesi ancora da accertare. Al momento, entrambi i genitori sono accusati di omicidio volontario, incendio (per il rogo che ha distrutto la roulotte) e distruzione di cadavere. Il corpo della piccola non è stato ancora trovato. La madre avrebbe detto più volte che Esperanza sarebbe stata gettata ormai senza vita nel fiume Cixerri da un ponte, ma le lunghe ricerche di Vigili del Fuoco e sommozzatori non hanno mai dato esito.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS

Due punti fondamentali

Siamo finiti in un grande confusione, ed è difficile comprendere quali esiti finali avrà la crisi di...
PARIGI

Ricostruire Notre-Dame per far rinascere la fede

Messaggio di papa Francesco alla diocesi di Parigi impegnata a riportare al suo antico splendore la cattedrale gravemente...
Felice Gimondi
CICLISMO

Addio a Felice Gimondi, il campione che battè il Cannibale

L'ex ciclista colto da un infarto in Sicilia. Con l'amico-rivale Eddy Merckx segnò un'epopea di duelli...
ROMA

Un secolo e mezzo al servizio dell’infanzia

Il 20 novembre a Roma la serata per i 150 anni del Bambino Gesù. L’evento di solidarietà condotto da Amadeus...
La Luna
SPAZIO

La sonda indiana Chandrayaan 2 si avvicina all’orbita lunare

L’allunaggio è previsto per il 7 settembre. L’India sarà il primo paese sul Polo Sud della Luna

La presidente del Senato, Casellati apre domenica il 40° Meeting di Rimini

Tra i temi dell’edizione 2019 le prospettive dell’Europa, il dialogo tra fede e scienza, le persecuzione dei...
Jesolo
VENEZIA

Jesolo, trovato il corpo del giovane scomparso in mare

I soccorritori lo hanno ritrovato vicino al luogo del tuffo dal pedalò. Il Comune di Jesolo ha rimandato a oggi i fuochi...
SPORT E VITA

Il surf metafora della vita

La giornalista Ellis Avery (The New York Times) sonda il mistero della sofferenza umana attraverso lo sport