MERCOLEDÌ 10 MAGGIO 2017, 10:43, IN TERRIS

Blitz della Polizia a Bari, Catania e Salerno: smantellata rete di trafficanti somali

Gli scafisti utilizzavano dei canali di money transfer illegali per incanalare le somme inviati dalle famiglie dei migranti quale prezzo per l'organizzazione del viaggio verso l'Europa

DANIELE VICE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Blitz della Polizia a Bari, Catania e Salerno: smantellata rete di trafficanti somali
Blitz della Polizia a Bari, Catania e Salerno: smantellata rete di trafficanti somali
Blitz della polizia nel sud Italia, dove ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare a carico di cittadini somali ritenuti di essere dei presunti trafficanti di esseri umani. L'operazione delle forze dell'ordine si è svolta contemporaneamente nelle città di Bari, Catania e Salerno.

La rete di trafficanti


Le indagini, svolte nell'ambito dell'operazione ribattezzata Hawala.net, ha portato alla luce una fitta rete di scafisti che organizzavano i viaggi di decine di migranti dalla Somalia al Nord Europa, incassando i compensi attraverso canali di money transfer illegali. Inoltre, in almeno un caso, la polizia ha accertato che i presunti scafisti erano entrati in contatto con chi aveva organizzato l'arrivo di due foreign fighter, i militanti del sedicente Stato Islamico conosciuti anche come lupi solitari.

Compensi intascati attraverso l'hawala informatica


Dalle indagini di Squadra Mobile, Digos e Sco, è emerso l'utilizzo di canali 'money trasfer' illegali, secondo il sistema dell'hawala informatica, usato dai presunti trafficanti per incanalare le somme loro inviate dalle famiglie dei migranti somali quale prezzo per l'organizzazione dei viaggi degli stessi verso il nord Europa. Contestualmente agli arresti, sono stati oscurati dal Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni i siti informatici non abilitati in Italia su cui gli indagati avrebbero operato, effettuando i vari servizi di pagamento sia a beneficio dei membri dell'organizzazione che dei migranti. Tra gli indagati c'è anche un impiegato del Comune di Bari che si sarebbe lasciato corrompere per dichiarare falsamente inesistenti residenze di cittadini somali nel capoluogo pugliese.

Le accuse


Associazione per delinquere finalizzata alla permanenza illegale di clandestini in Italia ed al successivo ingresso n Paesi esteri, favoreggiamento di immigrazione clandestina a scopo di lucro, uso di documentazione falsa, corruzione di incaricato di pubblico servizio e falso ideologico in atto pubblico. Sono queste le accuse di cui dovranno rispondere i destinatari dell'ordinanza di custodia cautelare eseguita dalle forze dell'ordine questa mattina. L'operazione è stata diretta dalla Dda della Procura di Bari e condotta dai poliziotti della Squadra mobile del capoluogo pugliese, con il coordinamento del servizio centrale operativo della Polizia di Stato e della Digos di Bari.

 
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Mercantile in porto
MERCATO DEL LAVORO

L’economia del mare a quota 200 mila imprese

Alla giornata nazionale della Blue economy (24-26 ottobre) le aziende del settore marittimo si incontrano a Formia e Gaeta
Inquinamento in una città italiana
DATI EUROPEI

Rapporto choc: l'Italia primo Paese dove si muore per inquinamento

Tassi altissimi al nord. Torino più inquinata di Parigi
Papa Francesco durante l'Udienza - Foto © Vatican Media
UDIENZA GENERALE

Il Papa: "L'evangelizzatore favorisce l'incontro di cuori"

Il Santo Padre continua la sua catechesi sugli Atti degli Apostoli
San Giovanni Paolo II abbraccia un bambino
INAUGURAZIONE

In Spagna la famiglia secondo Karol Wojtyla

Aperta la nuova sezione del Pontificio Istituto teologico Giovanni Paolo II a Madrid
16 ottobre 1943: il rastrellamento del ghetto di Roma
ANTISEMITISMO

Shoah, Raggi: "Roma non dimentica"

Oggi si commemora il rastrellamento del Ghetto avvenuto il 16 ottobre 1943
Ordinazione sacerdotale in Vaticano
LATINA-TERRACINA-SEZZE-PRIVERNO

Una lampada itinerante per le vocazioni

L'icona di una Madonna con il Bambino della famiglia di santa Maria Goretti accompagna il pellegrinaggio
Bus incidentato (immagine di repertorio)
VIA CASSIA

Bus si schianta contro un albero: 10 feriti

Il mezzo è finito fuori strada, ancora ignote le cause dell'incidente
La nave Ocean Viking in porto
PUGLIA

Ocean Viking: sbaracati a Taranto 176 migranti

Mons. Santoro: "Oggi fortunatamente possiamo parlare di vita e non di morte"
Chiara Lubich
FRASCATI

Chiara Lubich: si chiude la fase diocesana di beatificazione

Lo studio degli atti proseguirà presso la Congregazione delle cause dei santi
Boris Johnson
REGNO UNITO

Johnson arretra sul backstop, Brexit verso l'accordo

Il premier avrebbe accettato la condizione di Bruxelles, sganciando Belfast dal nuovo mercato britannico
Spaccio
NUOVE MISURE ANTI-TRAFFICANTI

Giro di vite del Viminale contro la droga

Il Ministero dell’Interno chiede ai prefetti più vigilanza sulle piazze di spaccio
Liechtenstein-Italia 0-5. Bernardeschi festeggiato dai compagni dopo la rete del vantaggio - Foto © Twitter
QUALIFICAZIONI EURO 2020

Italia, pokerissimo al Liechtenstein e filotto da record

Mancini come Pozzo: nove successi di fila. A Vaduz è 5-0: doppietta di Belotti, a segno Bernardeschi, ElSha e Romagnoli