GIOVEDÌ 01 MARZO 2018, 14:53, IN TERRIS


LIVORNO

Bastonate a un giovane di Casapound: "rischia di perdere un occhio"

Aggredito mentre si trovava in auto con la fidanzata incinta. Di Stefano: "Vigliacchi"

REDAZIONE
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Casapound
Casapound
U

n clima da "anni di piombo" sta avvelenando la campagna elettorale. L'ultimo episodio di violenza politica si è registrato ieri notte a Livorno. Alle quattro di notte un militante di Casapound si trovava in auto insieme alla fidanzata incinta. Il giovane ha notato che sui muri alcuni manifesti del suo movimento erano stati strappati, allora è sceso dall'auto ma è stato circondato da alcune persone con il volto coperto.

E' bastato poco perché partisse l'aggressione: colpi di bastone all'uomo e poi anche sui vetri dell'auto dove si trovava la ragazza. Vano il tentativo di difenderla mentre il suo volto è una maschera di sangue: "Lasciatela stare, è incinta". I violenti rispondono: "Tanto verrà un figlio fascista". La donna è illesa, ma sotto choc. Il suo fidanzato, invece, è stato portato in ospedale in codice rosso. Ha riportato una frattura al naso e contusionimaxillofacciali. Secondo alcune ricostruzioni, rischierebbe di perdere un occhio.

Il responsabile regionale di Casapound in Toscana, Eugenio Palazzini, ha detto a IlGiornale.it: "Il ragazzo è stato aggredito ieri notte in viale Garibaldi a Livorno. Stava tornando a casa quando ha notato dei cartelloni elettorali staccati. È sceso dal veicolo, lasciando la compagna incinta in auto, ed è stato pestato da 4 persone incappucciate e armate di bastone". Palazzini spiega che "È stata sporta denuncia e sul luogo sono presenti le forze dell'ordine". Sulla vicenda è intervenuto anche Simone Di Stefano, candidato presidente del Consiglio per Casapound, per esprimere solidarietà al giovane e per condannare i "gesti viliacchi" dei suoi aggressori.

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
ISTRUZIONE

A rischio il ritorno dell'educazione civica a scuola

La legge non è ancora in Gazzetta ufficiale. La soluzione in extremis, pubblicarla e farla valere dalla riapertura...
Mario Balotelli durante la presentazione
SERIE A

La grande chance per Balotelli

La familiarità dell'ambiente di Brescia e il sogno Azzurro: un'opportunità per il rilancio definitivo
La nave militare Audaz messa a disposizione del Governo spagnolo
MAR MEDITERRANEO

Open Arms, la nave militare spagnola in soccorso dei migranti

La decisione presa dopo che alcuni profughi si sono buttati in acqua
MIGRANTI

Barca capovolta davanti la Libia, forse 100 vittime

La segnalazione è stata lanciata da Alarm Phone
Via del Colosseo a Roma
CENTRO STORICO

Affittopoli, la fake dei rincari: casa al Colosseo a 133 euro

Castiglione: "Vogliamo restituire queste risorse alla comunità"
ESECUTIVO IN CRISI

Governo, il giorno della verità

L'intervento di Conte e le mosse politiche
Proteste a Hong Kong
WEB

Hong Kong, rimossi account fake contro la protesta

Twitter e Facebook bannano gruppi e pagine che sarebbero stati creati dalla Cina per screditare i manifestanti
Euro

Polvere negli occhi

Ogni volta che sento parlare di tagli alle spese pubbliche per partiti politici, o del taglio di parlamentari, solo per...