LUNEDÌ 20 APRILE 2015, 19:00, IN TERRIS

BARCELLONA: UN ALUNNO ARMATO DI BALESTRA UCCIDE UN PROFESSORE

Il ragazzo nel raptus ha ferito anche altre tre persone

AUTORE OSPITE
BARCELLONA: UN ALUNNO ARMATO DI BALESTRA UCCIDE UN PROFESSORE
BARCELLONA: UN ALUNNO ARMATO DI BALESTRA UCCIDE UN PROFESSORE
A soli 13 anni un giovane ha sconvolto la Spagna: ha fatto irruzione nella mattinata vestito con una tuta mimetica e imbracciando una balestra, verso le 9.20, in una scuola di Barcellona, uccidendo un professore e ferendo quattro persone in modo non grave. La polizia regionale catalana, Mossos d’Esquadra, sta custodendo all’interno dell’edificio scolastico il minore, che secondo la legge non è imputabile a causa dell’età, dopo che il sistema di emergenza medica (Esa) ha inviato varie ambulanze sul posto.

Secondo le fonti investigative, a uccidere il professore con l’arma insolita – nell’Istituto Joan Fuster di Barcellona situato nel quartiere La Sagrera – sarebbe stato proprio un allievo dell’istituto. Stando a una prima ricostruzione, il ragazzo, che era armato anche di un pugnale, se la sarebbe presa prima con una professoressa, ferita al volto, che lo aveva rimproverato per il ritardo (l’orario di inizio delle lezioni è alle 8, mentre il giovane è entrato alle 9), poi avrebbe trafitto alla gamba la figlia di questa professoressa, sua compagna di classe. Sentendo le grida, un altro professore sarebbe arrivato in classe e sarebbe stato colpito all’addome da un colpo di balestra. Il professore era un supplente di Scienze Sociali e lavorava nell’Istituto da sole due settimane. Il raptus di follia del ragazzo è continuato, e dopo aver mietuto la sua prima vittima, l’assassino si è recato in un’altra classe, ferendo un altro studentedel secondo anno con un coltello. Il giovane è stato infine fermato dall’insegnante di ginnastica, che l’ha sorpreso a preparare una bomba al petrolio nel bel mezzo del corridoio. Lo stesso docente, già al corrente del fatto che l’alunno avesse dei problemi, è riuscito a calmarlo, ed è rimasto con lui fino all’arrivo della polizia. I testimoni riportano che il 13enne abbia affermato: “Sento le voci. Voglio farle smettere”. Lo stesso insegnante di ginnastica ha poi riferito ai media locali che il giovane assassino era sempre stato “Molto amichevole con tutti gli insegnanti”, aggiungendo che non aveva mai dato particolari problemi, né si era mai assentato ingiustificatamente da scuola.

Secondo le testimonianze di altri alunni, il ragazzo già nelle scorse settimane aveva minacciato di avere l’intenzione di uccidere tutti i professori della scuola e che dopo si sarebbe suicidato. I compagni però non avevano ritenuto credibili le affermazioni, pensando ad uno scherzo. Sul posto si sono recati il sindaco di Barcellona Xavier Trias e la delegata all'Istruzione della Catalogna, Irene Rigau.
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
IMPRESA SFIORATA

Pordenone eroico: all'Inter servono i rigori

Nerazzurri bloccati sullo 0-0 ma ai quarti dopo i penalty. Gli ospiti di Serie C colpiscono anche un palo
Masiello esulta dopo il gol-vittoria
CALCIO | SERIE A

Genoa, Marassi stregato: l'Atalanta passa 1-2

Ilicic e Masiello ribaltano Bertolacci. Altro k.o. interno per il Grifone, il primo per Ballardini.
Corte costituzionale
LEGGE ELETTORALE

Rosatellum, la Corte costituzionale boccia i ricorsi

Palazzo della Consulta giudica "inammissibili i conflitti di attribuzione tra poteri dello Stato
L'esondazione dell'Enza a Lentigione (ph Reggionline)
MALTEMPO

Esonda la Parma, allagata la Reggia di Colorno

Trovato senza vita sotto una valanga l'ex sindaco di Vogogna
Il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni
GENTILONI

"Il mancato accordo su Brexit è un pericolo per la Ue"

L'intervento del Premier al Senato in vista del prossimo Consiglio europeo di Bruxelles
Polizia di Stato
ASTI

Sequestrata e abusata per 24 ore: arrestati due tunisini

Polizia libera la donna trentenne. Indagato in concorso un terzo tunisino
La Reggia di Caserta
CROLLO NELLA SALA DELLE DAME

Reggia di Caserta: al via controlli intonaci e restauro soffitti

Il restauro del soffitto danneggiato dovrebbe essere ultimato entro al fine di gennaio 2018
Il Papa con alcuni migranti
CONVEGNO

Chiese unite contro la xenofobia

Da domani vertice ecumenico in Vaticano