BANGLADESH, RESSA ALLA DISTRIBUZIONE DI ABITI GRATIS: 24 MORTI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:30

Si è trasformata in tragedia un’iniziativa di beneficenza in Bangladesh. In occasione della fine del Ramadan, nel distretto di Mymensigh, a nord della capitale Dacca, circa 1500 persone si sono precipitate fuori ai cancelli del posto per cercare di accaparrarsi qualcosa. Proprio per questo 24 persone hanno trovato la morte, perché travolte dalla folla che correva impazzita. “Abbiamo recuperato già 24 corpi, molti dei quali di donne povere ed emaciate”, ha dichiarato il commissario Moinul Haque, che ha parlato anche di 50 feriti.

Le morti sono state causate proprio dalla violenza con cui queste persone hanno assalito il piccolo cancello dello stabilimento, in cui aveva luogo la fiera. Alcune immagini televisive hanno mostrato scene di devastazione, come dopo un saccheggio, con centinaia di scarpe lacerati e coperti di sangue, abbandonati davanti al cancello della fabbrica, che produce normalmente tabacco.

Al momento il proprietario della fabbrica e altre sei persone sono state arrestate per non aver garantito la sicurezza pubblica. Anche nel 2002 ci fu un episodio simile, a Tangail, dove 40 persone furono uccise nella ressa. L’episodio è la dimostrazione eclatante della disperazione in cui versa il popolo in questo Paese.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.