Bagno di sangue a una festa di halloween

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:49

Ha tutto il carattere di un'esecuzione di massa la sparatoria alle ore 22:44 (ora locale) durante un party di halloween a Long Beach, in California. Stando a quanto riporta il Mirror, sarebbero almeno tre i morti e nove i feriti. Gli agenti sono sulle tracce del killer, anche se non è noto se abbia preso un veicolo o stia scappando a piedi. Le immagini aeree fornite dall'emittente CBS sono raccapriccianti: un bagno di sangue nel giardino. I Vigili del fuoco, accorsi prontamente sul luogo della tragedia, hanno rinvenuto tre corpi senza vita riversi al suolo. I nove feriti stati trasportati d'urgenza in ospedale e la loro prognosi resta riservata.

#show_tweet#

L'avvertimento di don Aldo

Avverte sui pericoli che s'insidiano nella ricorrenza pagana di halloween don Aldo Buonaiuto, sacerdote esorcista della Comunità Papa Giovanni XXIII, da anni impegnato accanto alle vittime delle sette: “Invece di accendere una candela come si fa nella festa dei Santi, halloween festeggia ciò che di più tragico si possa immaginare e cioè l'incombere sull'umanità delle forze del male che vogliono spegnere proprio quella luce che Cristo ha portato sulla terra”. puntualizza il sacerdote. Il sociologo Enrico Finzi ricorda a Famiglia Cristiana che in Italia abbiamo delle splendide feste e non c'è motivo di scopiazzare qualcosa che non ha nulla a che vedere con le nostre radici culturali, religiose e sociali. Per don Buonaiuto, che sul tema ha scritto il libro “Halloween. Lo scherzetto del diavolo” (edito da Sempre Comunicazione), la ricorrenza getta i riflettori su una tendenza consumistica di matrice esterofila: “Com'è possibile che ogni anno gli americani spendano per Halloween una cifra stimata sui 6.000 milioni di dollari, trasformandola così nella seconda più grande festa commerciale del Paese dopo il Natale? E che oggi anche in Italia ci sia un coinvolgimento di massa in una ricorrenza della quale, fino a qualche anno fa, nessuno conosceva neppure il nome?”, si chiede don Aldo. Analizzando questo fenomeno “di massa” sotto un'ottica antropologica, il sacerdote avverte: “Questa che viene smerciata come innocua mascherata collettiva è la data più importante nel calendario satanico, con annessi riti e, in casi estremi, crimini – avverte il sacerdote – . In ogni caso veicola valori che si richiamano al paganesimo, dunque, totalmente contrari a quelli cristiani. Sottovalutarlo significa promuoverlo”. 

 

Segui la diretta della sparatoria a Long Beach sul sito Mirror

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.