Autocisterna esplode su un ponte: 9 morti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 3:40

Giornata di sangue sulle strade della Nigeria. Secondo quanto riportato dall'agenzia statale per la gestione delle emergenze, almeno nove persone sono morte dopo che un camion cisterna, che trasportava petrolio, si è schiantato e si è incendiato su un ponte a Lagos. L'agenzia, in una nota, ha precisato che una delle vittime era un bambino e altre quattro persone sono rimaste ferite. Nello schianto, sono rimasti coinvolti 54 veicoli, che hanno preso fuoco.

La fuga

Al momento non è ancora chiaro cosa abbia causato l'incidente, avvenuto ieri sera. L'agenzia per la gestione delle emergenze ha però precisato che polizia e vigili del fuoco sono sul posto per cercare di sgomberare la strada dalle auto distrutte, alcune delle quali ancora in fiamme. Come riferito da alcuni testimoni su un autobus, pare che l'autista si sia fermato non appena notata l'autocisterna in fiamme, invitando i passeggeri a scendere. Il capo dell'Ufficio di gestione delle emergenze dello Stato di Lagos, Adesina Tiamiyu, ha dichiarato alla Cnn che i soccorsi “stanno ancora combattendo contro questo incendio e le squadre stanno cercando di accedere al ponte. Molte persone sono intrappolate nel fuoco mentre parliamo”.

Incidenti frequenti

Uno dei passeggeri del bus ha detto che coloro a bordo “hanno rapidamente lasciato l'autobus dopo aver visto le auto e la cisterna inghiottite dalle fiamme. Le persone in prima fila hanno cominciato ad accalcarsi per uscire, quelle nel mezzo hanno iniziato a scavalcare le finestre”. Una residente nei pressi del luogo della tragedia, Muyiwa Bammodu, ha riferito alla Cnn di aver visto le vittime trasportate in motocicletta per ricevere cure. Non si tratta, purtroppo, di un incidente inusuale in Nigeria, dove i disastri che vedono coinvolte autocisterne sono piuttosto frequenti. Lo scorso ottobre, 20 autoveicoli e quattro motocicli commerciali sono stati bruciati quando un'autocisterna ha versato petrolio su una strada trafficata.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.