Auto sui passanti a Liberty Avenue: un morto

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:42

Un morto e diversi feriti nel Borough del Queens, a New York, investiti da un'auto che si è deliberatamente scagliata sui passanti. Il guidatore, secondo quanto riferito dai media locali, avrebbe avuto una discussione in un locale poco distante, nel quale si sarebbe consumata una rissa con accoltellamento. Abc 7, che ha citato le autorità, ha spiegato come i fatti non sarebbero legati a un movente terroristico: le Forze dell'ordine hanno precisato che un sospettato è stato fermato e, attualmente, sarebbe in custodia. Al momento, tuttavia, sarebbero tuttora in corso le ricerche di un'auto bianca e del suo conducente, il quale è stato descritto come un uomo dai capelli lunghi.

Feriti gravi

A quanto sembra, i fatti sarebbero accaduti alle 4.30, ore locali. A essere travolte sono state 6 persone, mentre altre 2 sarebbero state accoltellate nel corso della precedente lite, i motivi della quale non sono ancora chiari: l'unica certezza è che l'episodio è avvenuto in un locale nei pressi di Liberty Avenue. Successivamente, l'individuo avrebbe preso la sua auto lanciandosi sulla folla, travolgendo alcuni passanti e uccidendone uno sul colpo. Gli altri sono stati trasportati in ospedale e verserebbero in condizioni critiche, mentre le due ferite dall'arma da taglio sarebbero stabili.

A 50 all'ora sulla folla

Secondo quanto riferito dai testimoni ai media accorsi sul posto, l'auto si sarebbe lanciata sul marciapiede, definendo “pazzesco” quanto accaduto a Richmond Hill. Altri hanno riferito di aver visto l'uomo picchiare un'altra persona, con altri che continuavano a urlargli di fermarsi. Successivamente, si sarebbe messo al volante della sua automobile e messo in atto la sua follia, scagliandosi a oltre 50 chilometri orari sul marciapiede dell'Avenue e, come riferito da altri testimoni oculari, “facendo letteralmente volare le persone colpite”. Gli inquirenti sono ancora alla ricerca della sua macchina, identificata come una Hyundai Sonata di colore bianco.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.