MARTEDÌ 08 GENNAIO 2019, 09:47, IN TERRIS


CINA

Attacco a scuola: 20 bambini feriti

A Pechino un uomo ha aggredito gli studenti di una primaria

FRANCESCO VOLPI
L'ingresso della scuola attaccata
L'ingresso della scuola attaccata
A

ttacco in una scuola elementare di Pechino, dove un uomo ha aggredito e ferito 20 alunni. Tre versano in gravi condizioni. Lo riferisce l'agenzia Xinhua. Il fatto è avvenuto poco dopo le 11 nel distretto di Xicheng, a ovest del centro della capitale, e il sospettato è stato arrestato. Tutti i bambini colpiti - non è chiaro se con un coltello o con un martello - sono stati ricoverati in ospedale.


Dettagli poco chiari

Le condizioni dei tre minori feriti in modo serio risultano stabili, i piccoli non sarebbero a rischio vita. Subito dopo l'assalto si è svolta una riunione fra lo staff della scuola e i familiari dei bambini, durante il quale è stato riferito che l'aggressore sarebbe un impiegato dell'istituto. "I dettagli non sono ancora chiari", ha scritto su WeChat un genitore. "Forse è stato usato un martello o un coltello". Un docente sostiene invece che l'arma usata era un martello, e conferma che a sferrare l'assalto sia stato proprio uno degli impiegati della scuola: "Un nostro collega ha attaccato 20 studenti nella tromba delle scale del primo piano. Non ha usato un coltello". Sui social anche la testimonianza di un medico dell'ospedale in cui sono stati ricoverati i minori. "E' venuto anche il sindaco - ha scritto - per salvare tutti i bambini abbiamo interrotto diverse operazioni chirurgiche". 


Precedenti

Non è la prima volta che la Cina è teatro di aggressioni nei confronti degli studenti. Nell'ottobre del 2018 una donna di 39 anni è stata arrestata perché accusata di aver accoltellato 14 bambini in una materna di Chongqing. A giugno due minori sono stati accoltellati a morte davanti a un asilo di Shangai, mentre a Shaanxi, in aprile, nove bambini sono stati uccisi a coltellate. 

 

Spazio al lettore: per commentare questo articolo scrivi a direttore@interris.it

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
TAGS
cina
Facebook Twitter Google + Scrivici Scrivici
Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 

Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Film La mia seconda volta
CINEMA

“La mia seconda volta”: un film... stupefacente

Una pellicola per sensibilizzare i giovani contro l’uso delle droghe: parla Federica Picchi, della casa di distribuzione
Imane Fadil
GIALLO IMANE FADIL

La Procura: "Cadmio e animonio nel sangue"

Il pm Francesco Greco: "Valori di cromo e molibdeno molto superiori alla norma". Ascolato il direttore...
MOZAMBICO

Ciclone Idai: le vittime potrebbero essere più di mille

Alluvioni anche nel sud del Malawi e in alcune zone dello Zimbabwe
Brenton Tarrant in aula
ATTACCO IN NUOVA ZELANDA

Tarrant e il rischio di un processo-comizio

Il killer si difenderà da solo. Il giudizio diventerà strumento di propaganda?
Lorenzo Orsetti
SIRIA

Annuncio di Daesh: "Ucciso un crociato italiano"

Si tratterebbe del fiorentino Lorenzo Orsetti, volontario fra le forze curde. Pubblicata una foto e un documento
Mohammed bin Salman
ARABIA SAUDITA

Bin Salman creò un team contro i dissidenti?

Il Nyt: "Squadra formata un anno prima dell'omicidio di Jamal Khashoggi"