MARTEDÌ 08 OTTOBRE 2019, 08:33, IN TERRIS

NAUFRAGIO LAMPEDUSA

Ascoltati i 22 superstiti: "Avevano la morte negli occhi"

Le 13 vittime sono tutte donne. Il sindaco di Lampedusa: "Nessuno speculi sui morti"

MILENA CASTIGLI
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
Le operazioni al porto di Lampedusa
Le operazioni al porto di Lampedusa
P

rima notte all'hotspot di Lampedusa per i 22 superstiti del naufragio di ieri notte a poche miglia dall'isola, costato la vita a 13 donne. Sono ancora una ventina almeno i dispersi. I 22 migranti sono stati ascoltati per tutta la giornata di ieri dagli uomini della Squadra mobile di Lampedusa: hanno raccontato di essere partiti dalla Libia e, dopo uno stop in Tunisia, hanno raggiunto la Sicilia. Ma a poche miglia da Lampedusa la barca, proprio poco dopo l'arrivo della Guardia costiera e della Guardia di Finanza, si è capovolta. Drammatici i racconti gli uomini della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza di Lampedusa: "Quando li abbiamo tirati fuori dall'acqua avevano la morte negli occhi, nessuno di loro sapeva nuotare, è stato un miracolo riuscire a salvarli".


La conta

A più di 24 ore dalla tragedia, arriva la conta ufficiale dei morti e dispersi del naufragio avvenuto nella nottata di ieri, intorno alle 3, a poche miglia dalle coste di Lampedusa. Sono in tutto tredici i corpi dei migranti recuperati: le vittime accertate sono tutte donne, tra loro una ragazzina di dodici anni e una giovane incinta.  Solo ventidue i sopravvissuti, trasferiti subito in porto e poi nell'hot spot, dopo gli accertamenti di rito. A bordo del barchino che è naufragato, secondo i testimoni, c'erano una cinquantina di persone in maggioranza tunisini e subsahariani. Secondo una prima ricostruzione, quando sono arrivate le motovedette per procedere al trasbordo i migranti si sono spostati tutti da un lato e, complice il mare mosso, hanno fatto ribaltare l'imbarcazione. "A bordo erano tutti senza salvagente, se lo avessero avuto ora sarebbero tutti salvi", ha detto il procuratore aggiunto di Agrigento Salvatore Vella incontrando i cronisti a Lampedusa. "Sul barcone - ha aggiunto - erano più di 50. La maggior parte dei sopravvissuti, 13 uomini e 9 donne, sono salvi solo grazie al coraggio degli uomini della Guardia Costiera e della Gdf". Secondo alcuni superstiti, a tentare quella traversata della disperazione erano circa settanta e il bilancio rischia quindi di peggiorare. In fondo al mare ci sono almeno otto bambini, tra cui una bimba di otto mesi, annegata con la mamma. Lo dice una superstite che racconta e chiede, in continuazione, notizie della sorella e della nipotina. Con il buio le barche dei soccorritori hanno spento i motori, le ricerche ricominceranno stamane, tempo permettendo.


"Nessuno speculi sui morti"

"Voglio dirlo chiaro e tondo alla classe politica, ed a tutti quelli che alimentano propaganda: nessuno si permetta di speculare su questi morti, non si può fare campagna elettorale sulla pelle della gente”. E’ lo sfogo di Salvatore Martello, sindaco di Lampedusa, su Adn Kronos dopo la nuova strage in mare. “Bisogna avere la forza di sedersi attorno ad un tavolo e discutere dei tanti aspetti legati al tema delle migrazioni. Mi rivolgo al Governo italiano ma anche all’Europa: si devono coinvolgere i Paesi rivieraschi del Mediterraneo ed individuare soluzioni concrete per aprire canali regolari e sicuri, togliendo queste persone dalle mani di delinquenti senza scrupoli – dice – Ed al tempo stesso bisogna sostenere Lampedusa, come gli altri territori di frontiera che non possono sopportare da soli il peso di questa situazione”.

Firma la petizione volta all'istituzione della Giornata del Migrante Ignoto, lanciata da don Aldo Buonaiuto per una mobilitazione dei popoli e delle coscienze sui morti invisibili del Mediterraneo:

E' il momento di agire! FIRMA LA PETIZIONE SU CHANGE.ORG

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
ARTE

Ritratto di signora di Klimt è autentico

La conferma dell'autenticità del quadro arriva dai periti a poche settimane dal ritrovamento nello stesso luogo dove...
Deborah Dugan
MUSICA

Caos Grammy: silurata la prima presidente donna

A pochi mesi dalla sua nomina, Deborah Dugan è stata rimossa dal suo incarico e c'è chi parla di un vero e...
Il Politeama di Catanzaro
CALABRIA

Catanzaro, Arlia e Mogol inaugurano la stagione sinfonica

Il celebre direttore d'orchestra e il grande autore aprono l'annata del Politeama, con un incontro fra musica classica e...
Tribunale di Milano
IL CASO

Condannato per l'omicidio del suocero: “Abusava di mia figlia”

A quasi un anno dal fatto, arriva la sentenza di condanna: 20 anni a chi ha sparato, 18 al complice
GERUSALEMME

Tensione sulla Spianata delle Moschee

I fedeli islamici hanno protestato in "difesa della moschea di al-Aqsa"
Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov
MOSCA

Lavrov: "Non è l'Italia ad aver fatto errori nella crisi libica"

Il ministro degli Esteri russo incontrerà di Maio a Berlino il prossimo 19 gennaio
Il luogo dell'incidente
REGGIO EMILIA

Operaio cade in una cisterna e muore

L'incidente è accaduto ieri notte presso la Cantina sociale di Massenzatico
Il taser
ARMI

Il taser entra nelle dotazioni delle forze dell'ordine

Oggi l'ok dal Consiglio dei ministri. Sarà utilizzato da polizia, carabinieri e guardia di finanza
L'epicentro del sisma
CALABRIA

Albi trema: terremoto 4.0 vicino Catanzaro

Due scosse nella notte anche in Sicilia, tra Enna e Messina
La firma dell'accordo commerciale Usa-Cina

Il costo dell'irrilevanza

Dopo fulmini e tuoni durati mesi e mesi, ecco che arriva l’intesa commerciale tra Cina ed Usa. Lo hanno siglato...
Il premier Conte e il presidente algerino Tebboune
NORD AFRICA

Conte ad Algeri, sforzi congiunti per la stabilità libica

Il premier fa visita a Tebboune: "E' il momento del dialogo e del confronto"
Un momento della manifestazione

Si può credere in una Foggia diversa

Dobbiamo diventare portavoce attivi dei bisogni del territorio. Ce lo impongono il momento e le emergenze di una...