VENERDÌ 18 OTTOBRE 2019, 09:48, IN TERRIS

STADIO E VIOLENZA

Arrestato l'ultrà che, il giorno dopo Natale, investì un tifoso con un suv

Legato a clan della camorra, il napoletano Manduca è stato incastrato da alcuni video

MARCO GRIECO
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
A destra, Daniele Belardinelli, il tifoso del Varese ucciso dopo la partita Inter-Napoli il 26 dicembre 2018
A destra, Daniele Belardinelli, il tifoso del Varese ucciso dopo la partita Inter-Napoli il 26 dicembre 2018
Q

uesta mattina non ha avuto una bella sveglia Fabio Manduca quando, all'alba, gli agenti della Digos hanno bussato alla porta di casa sua per arrestarlo. Secondo il gip Guido Salvini, su di lui pende l'accusa di omicidio volontario di Daniele Belardinelli, l'ultrà del Varese che il 26 dicembre 2018 fu investito da un suv e perse la vita. Per gli inquirenti, che hanno vagliato in maniera certosina decine di filmati, alla guida dell'auto, una Renault Kadjar, c'era proprio Manduca che, a seguito di un'aggressione da parte dei tifosi interisti, avrebbe intenzionalmente accelerato per investire l'ultrà. L'arrestato non ha fatto dichiarazioni agli agenti della Digos né davanti ai pubblici ministeri, Rosaria Stagnaro e Michela Bordieri, che lo scorso marzo lo avevano convocato a Milano. Al suo avvocato aveva detto: "Ma quello si è gettato sotto". I filmati, al contrario, tradiscono la sua versione e mettono il punto su una vicenda umana e sociale dolorosa.


La vicenda

Erano circa un'ottantina i nomi scritti sull'agenda degli inquirenti. Ora è rimasto solo quello di Manduca. Dalle perizie è emerso che la sua auto sarebbe l'unica che presenta segni di investimento e schiacciamento. La sera di Santo Stefano, a bordo dell'auto, c'erano con lui altri ultrà del Napoli, tra cui il fratello del capo dei "Mastiffs", il gruppo ultrà legato all'enclave camorristica di Napoli. Dopo la partita Inter-Napoli disputata nello stadio di San Siro a Milano, l'auto alla cui guida c'era Manduca sarebbe stata assaltata dai tifosi interisti con mazze e spranghe. Analizzando i filmati, il conducente ha dribblato il gruppo di ultrà, superato un'Audi A3, per scagliarsi, infine su Belardinelli, morto a seguito delle gravi ferite riportate. Si chiude, così, un capitolo doloroso per la storia del calcio italiano: gli scontri di Santo Stefano, oltre a creare un clima di "guerriglia urbana" hanno provocato quattro persone accoltellate, come ricorda Repubblica: particolarmente violente le azioni dei tifosi interisti che, dopo aver cantanto cori razzisti contro il giocatore del Napoli, il senegalese Kalidou Koulibaly, all'esterno di San Siro hanno assaltato diversi ultrà napoletani con mazze ed armi. Quando gli agenti hanno fatto fuggire i tifosi di entrambi gli schieramenti, hanno trovato diverse armi abbandonate per strada, fra cui martelli e roncole


La vittima

Originario di Morazzone, in provincia di Varese, Daniele Berlardinelli era uno dei capi del gruppo neofascista 'Blood and Honour': "Una vita in curva sin da piccolino. Una vita da guerriero, da combattente" recitava il post-necrologio sulla pagina Facebook "Ultras Network". 35enne, padre di due figlie, Belardinelli era un sorvegliato speciale con precedenti: qualche anno prima aveva ricevuto un dal questore di Varese un divieto di avvicinamento agli stadi per cinque anni, poiché - spiega la questura di Varese - aveva preso parte agli scontri durante la partita amichevole Como-Inter. Cinque anni prima aveva già ricevuto un altro Daspo per la guerriglia urbana a margine dell'incontro Varese-Lumezzane. Nella partita Inter-Napoli dello scorso anno, lui, come tanti ultrà del Varese, avevano dato un "appoggio" ai tifosi interisti, coi quali sono gemellati.


Legami con la camorra

Filippo Manduca, ora in arresto, è titolare di un'impresa di pompe funebri assieme al fratello. Ha precedenti per furto, ricettazine, truffa e commercio di prodotti falsi. Sul suo profilo Facebook vi sono svariati riferimenti alla camorra, anche in relazione al film Gomorra. Sempre sul suo profilo - sottolineano gli inquirenti - aveva postato un'immagine del boss Raffaele Cutolo con alcune sue frasi come: "Mi sono pentito davanti a Dio, ma non davanti agli uomini".

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento


Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
Il Palazzetto dello Sport durante la finale con Siena del 2013
PALLACANESTRO

Virtus Roma, il ritorno nell'incognita del basket capitolino

Andamento sorprendente in campionato ma solite incertezze. L'allarme di Toti al Corriere dello Sport: "Ricavi...
Un sottopassaggio allagato
MALTEMPO

Tromba d'aria si abbatte sul Metapontino: danni e disagi

A Matera strade come torrenti in piena, scuole chiuse
Manifesto per Stefano Cucchi a Piazzale Clodio
IL PROCESSO

Caso Cucchi, il giudice si astiene dal processo

Il magistrato è un ex carabiniere ora in congedo, udienza rinviata al 16 dicembre. Nel filone sul depistaggio sono...
CRIMINALITÀ

Il rebus del delitto Diabolik

Resta un mistero l’omicidio di Fabrizio Piscitelli, fondatore degli Irriducibili, gruppo ultras della Lazio
Un fotogramma del video in cui è ripreso il cervotopo in Vietnam - Foto © The Guardian
NATURA

Ritrovato in Vietnam il cervotopo, che si riteneva estinto da 30 anni

La riscoperta dell'animale in un video che ha sorpreso gli scienziati
La nave
INCUBO IN MARE

Golfo del Messico, pirati attaccano mercantile: due italiani feriti

L'equipaggio è stato derubato di tutto. Le autorità messicane sono sulle loro tracce
Una mensa per poveri
PERUGIA

Povertà in crescita, la Chiesa in aiuto alle famiglie

Presentato il primo Rapporto sulle povertà redatto dalle otto Caritas diocesane dell’Umbria
Carabinieri
CASTELLAMMARE DI STABIA | NAPOLI

Colpo al clan Cesarano: 20 ordinanze di custodia cautelare

Per associazione per delinquere di stampo camorristico, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti
Autostrada

La pecora affidata al lupo

Il pubblico ministero Walter Cotugno che si occupa delle irregolarità avvenute nel corso delle ispezioni...
Angela Merkel e Giuseppe Conte in conferenza stampa
IL BILATERALE

Conte a Merkel: "Gestione europea sui migranti"

Incontro a Roma fra premier e cancelliera: sul tavolo, anche la vicenda ArcelorMittal
Militari italiani in Iraq
IRAQ

L'Isis rivendica l'attentato ai militari italiani

In procura a Roma vertice tra magistrati e carabinieri del Ros: si procede per attentato con finalità di terrorismo
La foreign fighter italiana condannata
TERRORISMO

Condannata una foreign fighter italiana

Oggi la Turchia ha iniziato le espulsioni dei miliziani jihaadisti rinchiusi nelle sue prigioni: sono 1.200