Albenga, Antonio Ricci ricoverato in ospedale per coronavirus

Il creatore di Striscia la Notizia è positivo al Covid-19. Ricovero scelto in accordo con la famiglia: "Massima fiducia nell'equipe medica"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:03

C’è anche Antonio Ricci, padre di Striscia la Notizia, fra i nuovi positivi al coronavirus in Italia. L’autore televisivo è stato ricoverato presso l’ospedale di Albenga, in provincia di Savona, dopo aver contratto il virus. A optare per il ricovero, è stato lo stesso Ricci, dopo confronto con la sua famiglia e i medici. La famiglia dell’autore televisivo ha spiegato di aver “piena fiducia nell’operato della equipe che lo ha in cura”. Una notizia che, a ogni modo, non influirà sul prosieguo del noto tg satirico, che andrà regolarmente in onda nei prossimi giorni. Del resto, lo staff di Striscia aveva proseguito il suo lavoro anche nel periodo del lockdown, come lo stesso Ricci aveva spiegato ad Ansa: “Noi siamo andati in onda fino a fine giugno con una serie di espedienti. Registravamo due o tre volte a settimana, poi si facevano stacchi con lanci neutri, cercando di far sembrare tutto più naturale possibile”.

Antonio Ricci autore

Dopo le chiusure, il programma aveva ripreso una parziale quotidianità. E sempre Ricci ne aveva dato conto: “Ora cerchiamo di tornare alla normalità stando in studio tutti i giorni. Non ci sarà il pubblico e non sarà facile per una trasmissione anche comica, ma del resto all’inizio Striscia era senza pubblico, nemmeno questa è una novità“. Ora, l’autore trascorrerà questa nuova prova nel nosocomio della sua città natale, Albenga, dalla quale è iniziata la sua carriera nel mondo autoriale televisivo. Nel curriculum, programmi come Fantastico (nelle sue primissime edizioni, dal ’79 all’83) e Drive In, fino alla nascita di Striscia la Notizia nel 1988 e di Paperissima nel 1990.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.