MERCOLEDÌ 18 SETTEMBRE 2019, 11:28, IN TERRIS

MILANO

Aggredisce militare e grida "Allah Akbar": "Volevo essere ucciso"

Espulso dalla Germania, non risulterebbero legami con il terrorismo. L'uomo, irregolare in Italia, è yemenita

LORENZO CIPOLLA
Facebook Twitter Copia Link Invia Scrivici
La stazione Centrale di Milano
La stazione Centrale di Milano
V

oleva solo farla finita. La jihad, la guerra santa contro gli infedeli, e il terrorismo non c'entrerebbero nulla con il gesto compiuto ieri da Mahamad Fathe. L'uomo, 23 anni, proveniente dallo Yemen e irregolare nel nostro paese senza fissa dimora, la mattina di martedì 17 settembre ha aggredito in militare a Milano e quando stato fermato dagli agenti avrebbe anche gridato "Allah Akbar". Di fronte agli inquirenti avrebbe poi ammesso che il suo intento era quello di farsi uccidere dopo l'attacco, perché non sopportava più di vivere in quelle condizioni. Per lui adesso potrebbero aprirsi le porte del carcere. Il giovane, arrivato in Italia dopo essere stato espulso dalla Germania, secondo le autorità tedesche avrebbe avuto "simpatie islamiste", ma secondo gli investigatori la segnalazione sarebbe stata generica e non supportata da indizi o inchieste.


"Farla finita"

L'aggressione in Piazza Duca d'Aosta, lo slargo antistante il principale scalo ferroviario meneghino, è avvenuta pcoo prima delle 11 di mattina. Fathe si sarebbe scagliato contro il militare, Matteo Toia, impegnato nell'operazione "Strade sicure" e lo avrebbe colpito due volte, una al collo e una alla schiena, ferendolo anche se in modo non grave. Dopo, lo yemenita sia sarebbe dato alla fuga ma a fermarlo ci avrebbe pensato - secondo MilanoToday - un passante, un senegalese di mezza età con regolare permesso di soggiorno. In quel frangente il ragazzo avrebbe gridato "Allah Akbar", forse per spaventarlo. L'intervento ha poi consentito ai carabinieri del Reggimento Lombardia di raggiungere e portar via Fathe. Il 23enne, di fronte al pubblico ministero Alberto Nobili, avrebbe ammesso che in realtà cercava soltanto la morte per sé: "Ero stanco di questa vita, l'unico modo per farla finita era con questo gesto. Volevo essere ucciso per raggiungere il paradiso di Allah". Il ferito è stato ricoverato all'ospedale Fatebenefratelli 


Capi d'accusa

Alla luce delle recenti affermazioni, il giudice per le indagini preliminari dovrà decidere se convalidare o meno la richiesta di convalida dell'arresto e di custodia cautelare in carcere per Fathe. Le accuse che lo riguardano sono quelle di tentato omicidio aggravato dalle finalità terroristiche e di violenza a pubblico ufficiale. Fathe era arrivato in Germania dall'Italia, poi a luglio era stato rimpatriato nel nostro paese e le autorità tedesche avrebbero comunicato a quelle italiane che l'uomo sarebbe stato un simpatizzante dell'Islam. Secondo gli inquirenti però, le indicazioni ricevute erano vaghe, incomplete e non supportate da elementi che facessero pensare a un'eventuale adesione all'Isis.

Commenti

Gentile lettore, 

la redazione si riserva di approvare i commenti prima della loro pubblicazione. 


Scrivi il tuo commento

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.
Fai una donazione
Vuoi essere aggiornato?
NEWS
ARTE

Ritratto di signora di Klimt è autentico

La conferma dell'autenticità del quadro arriva dai periti a poche settimane dal ritrovamento nello stesso luogo dove...
Deborah Dugan
MUSICA

Caos Grammy: silurata la prima presidente donna

A pochi mesi dalla sua nomina, Deborah Dugan è stata rimossa dal suo incarico e c'è chi parla di un vero e...
Il Politeama di Catanzaro
CALABRIA

Catanzaro, Arlia e Mogol inaugurano la stagione sinfonica

Il celebre direttore d'orchestra e il grande autore aprono l'annata del Politeama, con un incontro fra musica classica e...
Tribunale di Milano
IL CASO

Condannato per l'omicidio del suocero: “Abusava di mia figlia”

A quasi un anno dal fatto, arriva la sentenza di condanna: 20 anni a chi ha sparato, 18 al complice
GERUSALEMME

Tensione sulla Spianata delle Moschee

I fedeli islamici hanno protestato in "difesa della moschea di al-Aqsa"
Il ministro degli Esteri russo Serghei Lavrov
MOSCA

Lavrov: "Non è l'Italia ad aver fatto errori nella crisi libica"

Il ministro degli Esteri russo incontrerà di Maio a Berlino il prossimo 19 gennaio
Il luogo dell'incidente
REGGIO EMILIA

Operaio cade in una cisterna e muore

L'incidente è accaduto ieri notte presso la Cantina sociale di Massenzatico
Il taser
ARMI

Il taser entra nelle dotazioni delle forze dell'ordine

Oggi l'ok dal Consiglio dei ministri. Sarà utilizzato da polizia, carabinieri e guardia di finanza
L'epicentro del sisma
CALABRIA

Albi trema: terremoto 4.0 vicino Catanzaro

Due scosse nella notte anche in Sicilia, tra Enna e Messina
La firma dell'accordo commerciale Usa-Cina

Il costo dell'irrilevanza

Dopo fulmini e tuoni durati mesi e mesi, ecco che arriva l’intesa commerciale tra Cina ed Usa. Lo hanno siglato...
Il premier Conte e il presidente algerino Tebboune
NORD AFRICA

Conte ad Algeri, sforzi congiunti per la stabilità libica

Il premier fa visita a Tebboune: "E' il momento del dialogo e del confronto"
Un momento della manifestazione

Si può credere in una Foggia diversa

Dobbiamo diventare portavoce attivi dei bisogni del territorio. Ce lo impongono il momento e le emergenze di una...