Accoltellate due persone al grido di Allah Akbar

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:05

Attimi di paura in Francia, dove una donna armata di taglierino ha colpito due persone in un supermercato di Seyne-sur-Mer nel dipartimento del Var, in Provenza, gridando, secondo quanto riportato dalle testimonianze citate dal sito 'Nice Matin', “Allah Akbar”. L'attentatrice è stata successivamente bloccata dalle persone presenti alle casse e messa in stato di fermo dalle Forze dell'ordine. Le persone colpite hanno riportato ferite di diverse entità: un uomo è stato colpito al torace ed è stato ricoverato in ospedale, mentre una cassiera ha riportato un taglio più leggero vicino a un occhio. A riportarlo è stato il procuratore Bernard Marchal.

Nessuna prova di terrorismo

Uno dei testimoni ha riportato a 'Nm' che, “all'inizio, sembrava una lite tra clienti che stava degenerando e la cassiera ha provato a dividerli”. Secondo gli inquirenti, tuttavia, non si tratterebbe di un atto di terrorismo: “Apparentemente è il fatto isolato di una persona con comprovati disturbi psichiatrici – ha commentato il procuratore Marchal -. Tuttavia non si esclude che si tratti di un soggetto radicalizzato”. L'autrice dell'attacco non sarebbe nota alle Forze dell'ordine: al momento è sotto custodia della Polizia giudiziaria di Tolone e l'arma usata per ferire le due persone è stata posta sotto sequestro: “C'è presunzione di tentato omicidio – ha spiegato ancora il procuratore ad Afp – e per crimini con una connotazione terroristica”.

Perquisizioni in corso

Gli inquirenti hanno poi effettuato una perquisizione nella casa della donna per verificare la sua eventuale appartenenza al fondamentalismo islamico: “Non sappiamo ancora se questi fatti siano o meno connessi al terrorismo ma si tratta in ogni caso di episodi terrorizzanti, perché quest'uomo che non aveva fatto nessuna provocazione, è stato deliberatamente attaccato alla cassa di un supermercato”, ha detto ancora il pubblico ministero. La donna, secondo quanto riportato, sarebbe una francese, nata nel 1994.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.