Abusa di una bimba di 3 anni: arrestato 24enne

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:17

Abusi su una bimba di tre anni: è quanto hanno scoperto i carabinieri a Nola, in provincia di Napoli. Arrestato un uomo di 24 anni per atti di violenza sessuale aggravata. Le indagini, scaturite da una confidenza raccolta a seguito dell'intervento di una pattuglia dei carabinieri, hanno consentito di delineare un grave e univoco quadro indiziario a carico dell'uomo ritenuto responsabile di aver commesso gli abusi nel gennaio 2018.

L'indagine

Secondo le indagini, coordinate dalla Procura di Nola e condotte dai carabinieri, l’abuso sulla piccola si sarebbe verificato una sola volta: il giovane avrebbe incontrato la bimba casualmente in una casa e trovandosi da soli nella stessa stanza avrebbe incominciato ad abusarne. Qualcuno, però, lo avrebbe visto e avrebbe fatto una segnalazione ai militari. Da qui sono partite le indagini, che hanno portato a scoprire fra l’altro che il 24enne, che è disoccupato, non avrebbe legami di parentela con la piccola vittima.

Il precedente

Nel luglio dello scorso anno, la salma di una bimba di tre anni e mezzo venne rinvenuta in un'auto nel campo rom del rione Scampia di Napoli. La piccola – lasciata incustoduta – era morta per soffocamento a causa di un pezzo di banana adato accidentalmente di traverso. Dopo l'autoposia però, i medici legali accertarono che la bambina, nonostante la tenera età, era stata vittima di ripetuti abusi sessuali da parte di ignoti. In quel caso, i consulenti della procura – una volta individuato i segni inequivocabili delle violenze –  aprirono una nuova indagine, concentrata soprattutto all'interno del campo rom del rione alla periferia nord di Napoli, che ancora non ha portato risultati.

   

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.