Giani (Misericordie): “La priorità è restituire il sorriso ai bambini”. Progetto solidale per i piccoli profughi

Le attività donate dalla onlus "For a Smile": priorità ai contesti con particolari difficoltà di inserimento e integrazione

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
bambini

La priorità è far tornare il sorriso sui volti dei bambini. “La guerra fa perdere il sorriso. Sia di chi è protagonista. Sia di chi è vittima. Sia di chi è lontano spettatore- afferma Domenico Giani, presidente nazionale delle Misericordie-. E’ un momento in cui a prevalere sono le paure. Le incertezze. I drammi familiari. Le tragedie di intere comunità. Non è semplice assistere persone che si trovano, dall’oggi al domani, senza una briciola di ciò che hanno costruito per anni. Spesso troviamo queste persone negli ospedali. Con i sanitari che si trovano a curare ferite da conflitti. Cose che non si vedevano in Europa da decenni”.bambini

In soccorso dei bambini

Prosegue Giani, “ci sono, chiamiamoli così, i malati ‘ordinari’. Perché le guerre non interrompono quella corsa alla salute (più o meno affannosa) che l’essere umano fa tutti i giorni”. Patologie più o meno gravi che “colpiscono al cuore quando le vittime sono i bambini“. La ricerca scientifica ha dimostrato più volte “l’effetto benefico di operazioni come quelle della pet e dog therapy in scuole e ospedali“. Iniziative che “contribuiscono ad affrontare paure e insicurezze. Specie per chi ha disabilità psicofisiche. Come dice ‘For a Smile onlus’, basta poco. Basta una zampa. Ecco, quella zampa tesa può fare e dare tanto. Le Misericordie sono consapevoli che il ruolo di un animale domestico è essenziale”.Giani

Normalità sconvolta

L’obiettivo è restituire ai bambini il calore della normalità sconvolta dalla guerra. Al via le attività di Dog Therapy ideate da “For a Smile” per i bambini ucraini ospitati dalle Misericordie al centro di Tortona, in Piemonte. “Basta una zampa” porta la Pet Therapy a cento piccoli profughi ucraini. Da oltre 16 anni la onlus porta avanti progetti nazionali ed internazionali. Dedicati all’infanzia e alle famiglie. Promuove speciali sedute di I.A.A. (Interventi Assistiti con Animali) negli ospedali, nelle scuole. E ora arriva anche in aiuto ai bambini ucraini salvati dalla guerra. E portati in Italia dai volontari della Confederazione Nazionale delle Misericordie. Sono partite, dunque, le attività con le famiglie ospitate presso il centro di Tortona (Alessandria) in Piemonte. I bimbi ucraini si trovano in due strutture nel Nord Italia. La fondazione “Aiutiamoli a vivere- Sant’Antonio” di Cattolica (50 bambini). E Centro “Mater Dei” di Tortona (50 bambini).bambini

Pet Therapy

Il progetto di Pet Therapy di For a Smile è partito negli ospedali nel 2017. Mentre il coinvolgimento delle scuole è nato due anni fa. In concomitanza con la riapertura dopo l’interruzione per il Covid. L’obiettivo di For a Smile Onlus è quello di portare la Pet Therapy ovunque ce ne sia bisogno. “Un esperimento innovativo. Particolarmente utile in questo clima confuso e ansioso nel quale viviamo tutti. Grandi e piccoli”, evidenzia Ludovica Vanni, presidente e socio fondatore della onlus. “Nelle scuole la situazione è critica. Molti bambini (soprattutto nei contesti più fragili) hanno problemi di reinserimento. E fanno fatica nel rapporto con i compagni e le maestre- spiega Ludovica Vanni-. Stiamo lavorando per accogliere le tantissime richieste che ci arrivano da tutta Italia. E, insieme alle scuole, siamo pronti ad accogliere con i nostri amici a quattro zampe i bambini in arrivo dall’Ucraina. Le prossime settimane sono decisive anche per riprendere le attività in ospedale. A cui noi siamo legatissimi da anni. Con la Pet Therapy, a scuola e in ospedale, aiutiamo a rasserenare gli animi. Oltre a offrire momenti di svago e di sfogo emotivo. E a permettere un po’ di movimento”.bambini

I benefici per l’infanzia

La Pet therapy lavora su meccanismi emotivo-affettivi. Volti ad abbassare il livello di stress legato all’insicurezza. Al malessere. Alla difficoltà di relazione, inserimento e integrazione con coetanei o adulti. In ospedale, a scuola e ovunque. La Pet Therapy sviluppa la fiducia. La protezione. Lo sfogo emotivo. Gli aspetti motori. E lo spirito di gruppo. L’intervento Pet Therapy nelle scuole lavora su meccanismi emotivo-affettivi. Per abbassare il livello di stress legato a questo specifico periodo. Di inserimento e di post isolamento. Si tratta di attività di tipo ludico-ricreativo e di socializzazione. Attraverso le quali si promuove la corretta interazione uomo-animale. L’obiettivo del progetto di For a smile onlus punta al miglioramento della qualità della vita e all’incremento del benessere dei bambini. Attivando e sostenendo le loro risorse di crescita e progettualità individuale. E offrendo un’esperienza diversa nella routine scolastica.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.