Joe Biden, il leader che manca all’Europa

L'ex vice Obama approda ufficialmente alla Casa Bianca. Sulla scia dei valori democratici, la speranza è quella di una presidenza fatta di etica condivisa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 2:15
Joe Biden

Nell’ascoltare il discorso di Joe Biden, 46esimo Presidente degli Stati Uniti d’America, mi hanno colpito i suoi ripetuti richiami ai Valori etici, come base di riferimento e di ripartenza del suo grande Paese, in una fase storica di crisi sanitaria mondiale per la pandemia da Covid19 con 400 mila morti negli Usa.

Joe Biden ha ricordato le gravi ripercussioni a livello economico e sociale e la perdita di milioni di posti di lavoro nel suo Paese, confermando l’impegno che metterà per la ripresa; ha detto che gli Stati Uniti  d’America in passato, sono riusciti sempre a risollevarsi dalle situazioni di crisi.

Biden

Le keywords che ho annotato nel discorso del Presidente Joe Biden sono: rispetto, lealtà, fiducia, sicurezza, solidarietà, coraggio, libertà, pace e, soprattutto, unità del popolo americano. Con il forte ricordo di Presidenti degli Stati Uniti d’America come George Washington e Abramo Lincoln. E nella continuità, Biden ha fatto riferimento, senza citarli, a tutti i Presidenti che hanno contribuito all’unità del Paese e non alla sua divisione interna.

Sulle orme di Luther King

Joe Biden ha pure richiamato la continuità con il messaggio di Martin Luther King affermando che intende rafforzare l’uguaglianza razziale negli Usa. Con sfumature diverse, per i tanti anni trascorsi, ho ritrovato le frasi di Luther King che i nostri giovani Millennials dovrebbero studiare e su cui dovrebbero riflettere: “Oggi, amici miei, vi dico: anche se dobbiamo affrontare le difficoltà di oggi e di domani, io continuo ad avere un sogno. È un sogno che ha radici profonde nel sogno americano. Ho il sogno che un giorno questa nazione sorgerà e vivrà il significato vero del suo credo: noi riteniamo queste verità evidenti di per sé, che tutti gli uomini sono creati uguali… Un sogno, che i miei quattro bambini un giorno vivranno in una nazione in cui non saranno giudicati per il colore della pelle, ma per l’essenza della loro personalità… Con questa fede potremmo cavare dalla montagna della disperazione una pietra di speranza. Con questa fede potremmo trasformare le stridenti discordanze della nostra nazione in una bellissima sinfonia di fraternità”.

I valori dei testimoni

Quando in un Paese si ascoltano i rappresentanti delle Istituzioni che seguono con continuità i valori espressi dai grandi testimoni che li hanno preceduti, realizzando opere per il bene comune del popolo, allora anche le giovani generazioni sanno trovare riferimenti di fiducia e di speranza per il loro futuro. Senza appesantire la critica in casa nostra, ieri in 10 ore di dibattito al Senato, per la sfiducia (156 voti e non 161 per la maggioranza assoluta) non abbiamo sentito voci che si soffermavano sui valori etici e sui Testimoni per ricercare l’unità del Paese. Quando viene meno un’etica  condivisa in una comunità, in un popolo, viene meno l’amalgama che tiene unite le persone di un team verso il raggiungimento di obiettivi, come si usa di solito dire per una squadra sportiva.

Un leader al servizio dei cittadini

Joe Biden ha dimostrato di avere una Leadership non carismatica ma del tipo Servant Leadership, cioè quando il Leader con umiltà (virtù etica per eccellenza) si mette al servizio di tutti i Cittadini, non soltanto di quelli che lo hanno votato. In modo analogo, il nostro Don Luigi Sturzo diceva: Servire la politica e non servirsi della politica 101 anni fa (vedere articolo del…)

Nell’attuale grave situazione della politica italiana, prenderei dal discorso di Joe Biden la riflessione per noi italiani di sapere ritrovare l’ispirazione originaria dei nostri grandi Testimoni cristiani e laici che dopo la Seconda Guerra mondiale hanno ricostruito il nostro Paese facendolo diventare nel 1987, la sesta potenza industriale del mondo. C’era grande unità d’intenti e tanta onestà (virtù etica) nella  gestione della cosa pubblica.

Oggi, 2021, non abbiamo più figure del calibro di Sturzo, De Gasperi, Einaudi, Moro, Mattei, Olivetti e tanti altri, belle persone molto competenti ed etiche, ma possiamo farcela con gli imprenditori, i politici e le personalità di oggi se riscopriranno una comune Responsabilità Etica per un impegno unitario verso obiettivi comuni  per realizzare il progetto della Civiltà del l’Amore che Papa Francesco ha più volte proposto all’umanità intera.

Kamala Harris

Etica condivisa

Da ultimo, in questi giorni, ci riferiamo anche al richiamo di Papa Francesco a distruggere gli arsenali di armi nucleari di distruzione di massa e di enormi risorse finanziarie.

Speriamo che Joe Biden anche su questo Progetto trovi riferimenti di condivisione nella sua visione di Presidente degli Stati Uniti d’America, visto che da cattolico, si è rivolto a Dio per proteggere gli Usa e la sua presidenza. Sarà l’etica condivisa la cura per ritrovare l’amalgama degli Usa? E in Italia?

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.