I giovani apprezzano la castità e sono contro l’amore libero. Al via negli Usa la controrivoluzione sessuale

Le nuove generazioni tornano ad apprezzare modestia e castità, respingendo la liberalizzazione dei costumi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
giovani
Durante la sua visita a Torino papa Francesco ha esortato i giovani: “Sforzatevi di vivere un amore casto”. Un appello, rivolto alle nuove generazioni, ad andare controcorrente. “L’amore non è quello delle telenovela. Non è un sentimento romantico del momento. L’amore è molto rispettoso delle persone. Non usa le persone. Cioè l’amore è casto“. Ora il settimanale britannico “The Spectator” descrive l’avvio negli Stati Uniti delle controrivoluzione sessuale. Con sempre più giovani contro l’amore libero e che apprezzano la castità.

giovani

La svolta dei giovani

Dunque la controrivoluzione sessuale è iniziata tra i giovani americani. Secondo il settimanale Spectator, i più istruiti e lanciati verso carriere di successo tornano ad apprezzare modestia e castità. Respingendo la liberalizzazione dei costumi. Charlotte, per esempio, è una 23enne laureata ad Harvard. Cresciuta, puntualizza l’Ansa citando le sue parole, in “un ambiente super liberal“. La giovane ora ha deciso di cancellare tutte le foto in bikini dai social. Abbracciando la “modest fashion“. Ossia scegliendo di non indossare nulla che esponga clavicole o spalle. E faccia vedere le gambe sopra il ginocchio. La “modest fashion” rappresenta un mercato in crescita vertiginosa e rapidissima. E richiama l’attenzione del sistema moda mondiale. giovani

Matrimonio

Narayan, invece, ha sette anni in più. E un lavoro ben pagato. Nel settore hi tech. come i suoi amici (tutti impiegati nella tecnologia o nella finanza), vuole sposarsi. “I ragazzi che dicono di non preoccuparsi della storia sessuale della moglie mentono apertamente“, sostiene. Sottolineando che tutti gli uomini del suo gruppo preferirebbero che le future mogli arrivassero vergini al matrimonio. E alcuni escludono categoricamente le donne che non lo sono. giovani

La vera libertà

Charlotte racconta cosa le è successo al termine del suo percorso accademico. Quando si è fidanzata all’ultimo anno ad Harvard. I suoi coetanei l’hanno guardata “come se fossi pazza”. Per aver detto di preferire i bambini. Rispetto ad una carriera di alto livello. Charlotte e Narayan sono l’esempio di giovani dell’elite americana. Che, come tanti coetanei, hanno respinto la cultura della libertà sessuale. Considerandola tossica. Non solo per il benessere individuale. Ma anche per la salute a lungo termine della società Usa. Tanti altri, però, li criticano duramente per le loro posizioni. Tanto che Narayan usa uno pseudonimo. Per paura della censura sociale. O di ripercussioni sul lavoro. “Dare voce a questi punti di vista apertamente è un suicidio sociale”, ammette Narayan.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.