Nel mondo 20 missionari cattolici uccisi nel 2020

Negli ultimi 12 mesi sono stati uccisi nel mondo 20 missionari: 8 sacerdoti, 1 religioso, 3 religiose, 2 seminaristi, 6 laici

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Missionari

Nel 2020 venti missionari e operatori pastorali sono stati uccisi. Durante tentativi di rapina o di furto. Compiuti anche con ferocia. Oppure sono stati oggetto di sequestro. O ancora si sono trovati coinvolti in sparatorie o atti di violenza. Nei contesti in cui operavano. Contraddistinti da povertà economica e culturale. Degrado morale e ambientale. Negli ultimi 20 anni, dal 2000 al 2020, sono stati uccisi nel mondo 535 operatori pastorali, di cui 5 vescovi.

Missionari e martiri

Missionari e martiri laddove la violenza e la sopraffazione sono regole di comportamento. Nella totale mancanza di rispetto per la vita. E per ogni diritto umano. Nessuno di loro ha compiuto imprese o azioni eclatanti, evidenzia l’agenzia missionaria Fides. Ma ha semplicemente condiviso la stessa vita quotidiana della maggior parte della popolazione. Portando la propria testimonianza evangelica. Come segno di speranza cristiana.Missionari

Al servizio del Vangelo

Nell’anno 2020 sono stati uccisi nel mondo 20 missionari. 8 sacerdoti, 1 religioso, 3 religiose, 2 seminaristi, 6 laici. Secondo la ripartizione continentale, quest’anno il numero più elevato si registra in America. Dove sono stati uccisi 5 sacerdoti e 3 laici (8). Segue l’Africa, dove sono stati uccisi 1 sacerdote, 3 religiose, 1 seminarista, 2 laici (7). In Asia sono stati uccisi 1 sacerdote, 1 seminarista e 1 laico. In Europa 1 sacerdote e 1 religioso.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.