“Ambiente, lavoro, giovani”. Giovedì l’incontro online verso la Settimana Sociale

49ª Settimana sociale: Ugento-Santa Maria di Leuca, giovedì 24 in streaming “Il Pianeta che speriamo"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
settimana

Ambiente, lavoro, giovani: verso la Settimana Sociale. L’appuntamento “social” è per giovedì. Dalle ore 19 alle 20.30. In diretta streaming. Sulle “Fan Page” Facebook. Della Caritas diocesana di Ugento-Santa Maria di Leuca. E del Progetto Policoro Ugento-Santa Maria di Leuca. Oltreché sulla web tv www.radiodelcapo.it.

Settimana connessa

Si svolgerà l’incontro online dal tema: “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro, giovani. Come le comunità si sentono connesse con il pianeta. Dai fenomeni di migrazione. Alle necessità sociali delle nostre città”. L’iniziativa conclude una serie di tre incontri. In preparazione della 49ª Settimana sociale dei cattolici italiani. Prevista a Taranto dal 21 al 24 ottobre. E della sesta edizione di “Carta di Leuca”. E verso Agenda 2030.

Mediterraneo e pandemia

L’incontro sarà moderato da don Davide Russo. Assistente diocesano della delegazione dell’Università Cattolica. E rettore del seminario vescovile di Ugento. L’evento si svolge nell’ambito delle connessioni tra “migrazioni. Ambiente. E costruzioni di una comunità inclusiva. Dove nessuno è scarto”.  L’iniziativa è promossa dall’Ufficio pastorale sociale e del lavoro. Dalla Caritas. Dal Servizio di pastorale giovanile. Dal Centro servizi per il lavoro “Progetto Policoro”. Dalla Consulta aggregazioni laicali. E dall’associazione Amici Università Cattolica. Assieme alla Fondazione di partecipazione Parco culturale ecclesiale “Terre del Capo di Leuca – De Finibus Terrae”. E alla Fondazione Mons. De Grisantis onlus. Al centro ci sarà il tema “Mediterraneo e pandemia. Curare gli sguardi per un nuovo respiro di pace”, sempre nel solco della “convivialità delle differenze”. La profezia di don Tonino Bello. Che indica un impegno per contrastare le povertà. Le mafie. E ogni altra forma di illegalità e di abuso.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.