Famiglia, scuola, Chiesa: l’impegno condiviso per il bene comune

Scuola: vescovo di Pistoia, monsignor Tardelli: “L’emergenza educativa e culturale chiede uno sforzo comune, un’alleanza”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
scuola

La scuola al centro della società. Il vescovo di Pistoia ha indirizzato un messaggio a studenti, genitori e insegnati. All’inizio del nuovo anno scolastico. Scrive monsignor Fausto Tardelli: “L’emergenza educativa e culturale sotto gli occhi di tutti chiede uno sforzo comune. Un’alleanza che ci raccolga insieme. Per cercare con onestà e dedizione quello che è meglio per il futuro dei nostri ragazzi. E quindi della società”.scuola

Centralità della scuola

Aggiunge il presule: “Siamo all’inizio di una ripartenza. Dopo un periodo duro di pandemia che tutti speriamo si concluda al più presto. Bene comune è una espressione molto usata. Ma non per questo meno significativa. Siamo a costruire il bene di tutti. Della comunità. Siamo il villaggio che è necessario, secondo il famoso proverbio africano, per educare il bambino”.scuola

Servizio

“Servizio è invece la parola che mi è particolarmente cara e che condivido con tutti i docenti”, aggiunge il vescovo di Pistoia. Puntualizzando che “non c’è parola migliore per indicare alla fine ‘il mestiere’ dell’insegnante”, sottolinea mons. Tardelli. Infine “una parola di cui conosco il peso, ma tanto importante: pazienza. La parola giusta per tutti i dirigenti scolastici che portano spesso un peso davvero grande. E una responsabilità non da poco”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.