Così i Salesiani uniscono missione e formazione in Papua Nuova Guinea

Papua Nuova Guinea: Salesiani, la formazione nella missione. I tirocinanti della Visitatoria (Pgs) hanno partecipato ad un seminario sul contributo dei cristiani alla comunità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
salesiani

Seminario dei Salesiani sulla “formazione nella missione e nella comunità“. La testimonianza del carisma di San Giovanni Bosco fino in Oceania. Nella lontana Papua Nuova Guinea. Nel 1971 il territorio assunse l’attuale denominazione. Nel 1973 ottenne l’autogoverno. E il 16 settembre 1975 la piena indipendenza.Salesiani

Salesiani in missione

Nei giorni scorsi, riferisce il Sir, i salesiani tirocinanti della Visitatoria Papua Nuova Guinea e Isole Salomone (Pgs) hanno partecipato ad un seminario. Sul tema “Formazione nella missione. Formazione nella comunità”.  Il seminario, spiega l’agenzia salesiana Ans, è stato organizzato da don Pedro rganizzato Sachitula. E da don Shoji Mathew. Membri della commissione di formazione. Don Gregorio Bicomong, superiore Pgs, è intervenuto con un messaggio.Salesiani

Linea programmatica

Durante la prima parte della giornata è stata approfondita la linea programmatica. Secondo l’indicazione del rettor maggiore. Cioè  “La formazione per essere salesiani pastori oggi”. E’ stato poi trasmesso un video di approfondimento del dicastero per la Formazione. Altri spunti sono venuti dall’articolo “Missio inter Gentes” di don Alfred Maravilla. Consigliere generale per le missioni. E dal messaggio di Papa Francesco. Al Capitolo generale dei salesiani. Nella seconda parte del seminario l’attenzione si è concentrata sulla formazione umana. E più specificamente su come gestire se stessi. E relazionarsi bene con gli altri salesiani. E i laici corresponsabili nella missione. Soprattutto nei momenti di tensione.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.