Rwanda, la centralità dell’animazione missionaria e dell’educazione alla carità universale

Il 24 ottobre in Rwanda, con la Giornata Missionaria Mondiale, inizia uno speciale Anno giubilare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Rwanda

Per un futuro di pace in Rwanda servono l’animazione missionaria e l’educazione alla carità universale. Il 24 ottobre la celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale segnerà anche l’apertura di uno speciale Anno giubilare. In piena sintonia e comunione con la Santa Sede e la Chiesa universale, riferisce l’agenzia missionaria vaticana Fides. Saranno celebrati i 400 anni della fondazione della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli. I 200 anni dalla fondazione della Pontificia Opera per la Propagazione della Fede. I 100 anni dal riconoscimento Pontificio dell’Opera di San Pietro Apostolo. E dell’Opera dell’Infanzia Missionaria. I 150 anni dalla nascita del fondatore della Pontificia Unione Missionaria. Il beato Paolo Manna. In Rwanda è stato perpetrato nel 1994 uno dei più sanguinosi genocidi della storia dell’umanità. Rwanda

Carità in Rwanda

Mai più stragi. Mai più odio fratricida. In occasione dell’Anno giubilare verrà realizzato in Rwanda un film-documentario. Cercherà di aiutare il sostegno dei progetti. Attraverso la loro conoscenza. Per far comprendere l’importanza dell’animazione missionaria. E dell’educazione alla carità universale, Inoltre verranno distribuiti alle comunità parrocchiali dei materiali cartacei. La messa solenne di inaugurazione dell’Anno giubilare sarà celebrata a Kabgayi. Ogni diocesi sceglierà la prima parrocchia per l’inizio di questo Giubileo. E la chiusura delle celebrazioni avverrà nella diocesi di Nyundo. Nella Giornata Missionaria Mondiale del 2022.Rwanda

Formazione

Intanto prosegue l’opera di animazione e di formazione organizzata dalle Pontificie Opere Missionarie in Rwanda. In preparazione alla Giornata Missionaria Mondiale 2021. Sostenere le missioni e i missionari è un dono che torna centuplicato. E’ questo il filo conduttore del laboratorio di formazione. I direttori diocesani delle Pontificie opere missionarie (Pom)meditano sulla natura della loro missione con i fedeli. E su quanto sia fondamentale moltiplicare gli strumenti di animazione per far conoscere l’impegno missionario.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.