Il Papa operato al Gemelli, gli auguri dai leader politici e religiosi

Dall'Italia e dal mondo la vicinanza delle autorità civili e religiose, unite nella preghiera per la salute di Papa Francesco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:01

“Beatissimo Padre, esprimo la vicinanza delle nostre Chiese, delle nostre comunità, dei nostri fedeli, con l’augurio di una buona convalescenza e pronta guarigione”. E’ quanto afferma il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, nel messaggio inviato a papa Francesco, che ieri ha affrontato un intervento chirurgico al Policlinico Gemelli di Roma per una stenosi diverticolare.

L’intervento

Dopo aver condotto normalmente l’Angelus domenicale in piazza San Pietro, Papa Francesco è stato ricoverato al Gemelli dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico programmato per una stenosi diverticolare sintomatica del colon.

Le dichiarazioni della Sala Stampa Vaticana

“Sua Santità Papa Francesco è in buone condizioni generali, vigile e in respiro spontaneo. L’intervento chirurgico per la stenosi diverticolare effettuato nella serata del 4 luglio ha comportato una emicolectomia sinistra ed ha avuto una durata di circa 3 ore. Si prevede una degenza di circa 7 giorni salvo complicazioni”. Lo dichiara il direttore della Sala stampa vaticana, Matteo Bruni. Fonti ospedaliere – come riporta l’Ansa – riferiscono di un decorso post-operatorio regolare.

Gli auguri di pronta guarigione dal card. Bassetti

“Nell’apprendere la notizia del Suo ricovero al Policlinico Gemelli per un intervento chirurgico, abbiamo pregato per Lei affidando al Padre la Sua salute – sottolinea il cardinale – ci siamo lasciati guidare dalle parole del Salmo che abbiamo proclamato nella liturgia domenicale: ‘I nostri occhi sono rivolti al Signore'”. “Affidiamo al Signore i medici e tutto il personale sanitario che, con passione e amore, si stanno prendendo cura di Lei e di tutti i pazienti e gli ammalati”, prosegue. “Anche in questa occasione ci ha insegnato come affrontare la sofferenza – aggiunge – lo sguardo rivolto agli impegni dei prossimi mesi (il viaggio in Ungheria e in Slovacchia a settembre) e il sorriso abituale dalla finestra del Palazzo Apostolico, con cui ci dà appuntamento ogni domenica, sono una grande testimonianza. Non bisogna mai cedere allo sconforto anche nelle ore della fatica più dura. Grazie, Padre Santo!”. “La attendiamo domenica prossima, dalla finestra del Palazzo Apostolico, per pregare insieme l’Angelus e ascoltare la Sua parola”, conclude Bassetti.

La preghiera del card. De Donatis

“La nostra preghiera la nostra vicinanza è molto grande. Ho sentito questa mattina il cardinale vicario” Angelo De Donatis “e mi ha detto che il Papa sta bene”, spiega il cardinale Enrico Feroci, all’aeroporto di Fiumicino, in partenza per la Terra Santa con l’Opera Romana Pellegrinaggi.

La vicinanza delle istituzioni politiche italiane

“Santità, atterrato a Parigi per la Visita di Stato che mi accingo a iniziare nella vicina e amica Francia, ho appreso del suo ricovero al Policlinico Gemelli – scrive il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel messaggio al Santo Padre -. L’affettuoso pensiero degli italiani tutti, di cui mi faccio interprete unendovi il mio personale, accompagna in queste ore Vostra Santità, unitamente ai più cordiali auguri di buona convalescenza e ancor migliore e pronta guarigione”.

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi esprime affettuosi auguri di rapida convalescenza e pronta guarigione al Santo Padre.

Gli auguri di pronta guarigione dal mondo

A confermare l’amicizia fraterna che li lega – riferisce Vatican News – il messaggio su twitter dell‘imam sunnita Ahmad al-Tayyeb dell’Università di Al Azhar con gli auguri al “caro fratello” per una rapida ripresa che lo restituisca alla sua missione per l’umanità”. “Che il Signore lo sostenga con la tenerezza del suo amore” è la preghiera invece che arriva sui social dal Centro Anglicano di Roma, che assicura di avere il Papa nel cuore. Un pensiero particolare anche dalla comunità ebraica della capitale: ” I miei auguri di pronta guarigione al Papa che deve affrontare un difficile intervento chirurgico”, scrive su Twitter il rabbino capo di Roma, Riccardo Di Segni. Tra i capi di Stato dall’Africa, all’Europa all’America latina, diversi i messaggi indirizzati a Francesco. Il presidente della Nigeria Muhammadu Buhari in una dichiarazione riportata dal suo staff, non solo ha augurato pronta guarigione al Pontefice ma ha anche invitato tutta la popolazione, tanto amata da Francesco, a riunirsi in preghiera. Così anche il presidente di Malta e quello del Venezuela Nicolas Maduro che in particolare nel suo messaggio, a nome di tutto il popolo, ha affidato Francesco al beato José Gregorio Hernández Cisneros, il medico dei poveri beatificato il 30 aprile scorso a Caracas.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.