Papa: “Un infermiere mi ha salvato la vita, è la seconda volta”

In un'intervista alla radio spagnola, si sente il Papa scherzare sulla sua salute. Alla domanda "Come sta?" ha risposto: "Sono ancora vivo"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:49

Papa Francesco ha rivelato, a proposito della sua recente operazione al colon, che “un infermiere gli ha salvato la vita” e che questa è la seconda volta che accade. Il Pontefice lo ha detto in un’intervista alla radio spagnola Cope che andrà in onda mercoledì prossimo. In un breve estratto dell’intervista andata in onda oggi, si sente il Papa scherzare sulla sua salute rispondendo – alla domanda “Come sta?” – che è “ancora vivo” e racconta: “mi ha salvato la vita un infermiere, un uomo con molta esperienza. È la seconda volta nella mia vita che un infermiere mi salva la vita. La prima è stata nell’anno ’57”.

Le due volte del Papa

La prima volta fu una suora italiana che, opponendosi ai medici, cambiò la medicazione che dovevano somministrare al Papa, allora giovane seminarista in Argentina, per curarlo dalla polmonite di cui soffriva, come ha raccontato più volte Francesco. Nell’intervista, secondo quanto ha anticipato Cope, si affrontano le speculazioni sulla salute del Pontefice e persino sulle sue possibili dimissioni – indiscrezione pubblicata da un quotidiano italiano – e alle quali Francesco replica: “Quando un Papa è malato, si alza un vento o un uragano di Conclave“.

Stenosi diverticolare

Il Pontefice, 84 anni, è stato operato il 4 luglio al Policlinico Gemelli per una stenosi diverticolare con segni di diverticolite sclerosante, intervento in cui gli è stata rimossa una sezione del colon, rimanendo ricoverato per 10 giorni.

Nelle sue apparizioni recenti, il Papa – che il prossimo 12 settembre partirà per un viaggio di quattro giorni che lo porterà a Budapest e in Slovacchia – è apparso completamente ristabilito, anche se nell’udienza di venerdì scorso con i parlamentari cattolici ha iniziato il suo discorso scusandosi di non poter parlare in piedi, “ma ancora sono nel periodo post-operatorio e devo farlo da seduto. Scusatemi”, ha detto.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.