Pakistan, la città di Lahore dedica una via all’attivista cattolico Cecil Chaudhry

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:03

Un omaggio a un eroe di guerra cattolico: succede in Pakistan, dove il governo ha deciso di intitolare una via di Lahore, nel Punjab, a Cecil Chaudhry, capitano dell’aviazione e figura di primo piano della comunità locale dei cristiani.

Parte della Lawrence Road, proprio di fronte alla scuola cattolica superiore di Sant’Antonio, è stata ribattezzata Cecil Chaudhry Road: l’eroe di guerra, infatti, è stato anche una personalità di spicco dell’attivismo pro diritti umani e fonte di ispirazione per molti cittadini. La cerimonia, organizzata dall’aviazione pakistana, si è svolta il 29 novembre scorso e ha visto la partecipazione di alte personalità dell’esercito, dei familiari, degli amici del leader cattolico, molti cittadini e importanti personalità della comunità cristiana.

Per l’occasione, l’aviazione ha preparato un documentario sulla vita del capitano, trasmesso nel corso della giornata: al termine si è tenuta la cerimonia di benedizione della targa, fissata lungo la via dedicata all’eroe. In un Paese a larga maggioranza musulmana e in cui le minoranze sono spesso vittime di persecuzioni e abusi, l’omaggio a Chaudhry è un evento storico.

Intervenendo alla cerimonia, il vice-capo dell’Aviazione Mujahid Anwar Khan ha esaltato la figura del capitano cattolico, sottolineando che “c’è un pò di lui in ogni cittadino del Pakistan”. Michelle Chaudhry, figlia del capitano e presidente della The Cecil & Iris Chaudhry Foundation (Cicf), parla di “momento molto emozionante” per lei e la famiglia, oltre che “un grande onore” e motivo di “orgoglio” per “non solo per noi parenti, ma per tutta la nazione”. La donna ha quindi ringraziato il Chief Minister del Punjab, per aver promosso l’iniziativa ed essersi speso per l’assegnazione del riconoscimento.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.