Nella Toscana dei presepi la speranza nasce dalla grotta di Betlemme

In Toscana un presepe è allestito anche nel palazzo del Pegaso, nell'anticamera dell'aula del Consiglio regionale. In tanti comuni presepi all'aperto e distanziati, per non creare assembramenti 

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Toscana

In Toscana l’emergenza Covid-19 non ferma la tradizione presepiale. E la stella cometa, infatti, guida anche quest’anno, in Toscana, alla scoperta del vero volto della natività nelle rappresentazioni presepiali.Toscana

La tradizione toscana dei presepi

Terre di Presepi” è la rete più lunga d’Italia. E ha il suo fulcro nei paesi e nelle cittadine della Toscana. Viste le limitazioni legate alla pandemia, insieme all’Associazione Nazionale Città del Presepe, ha promosso e sviluppato l’attività anche sul web. Promuovendo un manifesto nazionale nel quale si invita a “fare il presepe”. E  a partecipare a un contest aperto a tutta la penisola. Ciò in attuazione della lettera apostolica di Papa Francesco “Admirabile Signum”.Toscana

Contest

Per partecipare bisogna inviare la foto del presepe a terredipresepi@gmail.com. L’iniziativa riguarda tutte le rappresentazioni che sono state realizzate in presenza. A patrocinarla sono la Regione Toscana, la Federazione Italiana Settimanali Cattolici. E la Mostra “100 Presepi in Vaticano” allestita dal Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione. oltre a Coldiretti, Symbola, GreenAccord, Unione Cattolica Artisti Italiani, diocesi e parrocchie. 

Lungo le strade

In tanti luoghi, malgrado le difficoltà, non si è voluto mancare, seppur in forma ridotta, di allestire il presepe nella consueta modalità. Cerreto Guidi, Castelfiorentino, Casciana Terme, Marti, Pescaglia, Migliana, Palaia, Pescia, Pieve Fosciana. Solo per citare alcuni paesi, hanno pensato di esporre le natività preparate dalle famiglie lungo le strade. Presepi all’aperto e distanziati, per 24.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.