Nasce una casa della diocesi di Roma a Gerusalemme

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:03

Parte il progetto “Casa Mater Misericordiae” per volontà della diocesi di Roma. Si tratta di un edificio dedicato alla riflessione ed aperto a sacerdoti, seminaristi ma anche semplici fedeli. Una casa destinata a svolgere esercizi spirituali e studi teologici che nasce a Gerusalemme. Se ne occuperà don Filippo Morlacchi, direttore per la pastorale scolastica e l'insegnamento della religione cattolica. Il sacerdote ha spiegato l'iniziativa con questa dichiarazione rilasciata a Terrasanta.net: “In realtà si tratta di un’idea maturata nel tempo, almeno dieci anni fa, con altri sacerdoti di Roma. Ci sembrava anomala la situazione per cui a Gerusalemme non esistesse una struttura della diocesi di Roma in quanto tale. Eppure, il legame tra la Chiesa madre di Gerusalemme e la Chiesa di Roma non è come gli altri, ma è strutturale. Direi, quasi viscerale”.

Casa per anziani

Don Morlacchi ha ulteriormente spiegato: “La casa che ci ospiterà era stata fondata principalmente per accogliere i sacerdoti anziani del Patriarcato latino di Gerusalemme. Per diversi motivi questa funzione si è progressivamente ridotta e la struttura si è aperta all'accoglienza di sacerdoti, studenti e piccoli gruppi. Le quattro consacrate che la gestiscono si sono dimostrate molto interessate a ridare nuova linfa a questa casa e io vado, in una prima fase, come ospite di quella comunità, affiancando la loro presenza e il loro servizio. L’idea è di farla pian piano crescere, garantendo la presenza di ospiti e gruppi a ritmi sempre più sostenuti. Le finalità potrebbero essere molte: una prima idea è quella di far trascorrere qui un periodo di riflessione e di ritiro ai seminaristi prima della loro ordinazione sacerdotale”.

Il sacerdote

L'iniziativa serve a stabilire un filo diretto tra Roma a Gerusalemme e consentirà ai partecipanti di formarsi sulla realtà della Terra Santa. Don Filippo Morlacchi, sacerdote che collabora con la parrocchia romana di Sant'Ippolito Martire, frequenta abitualmente la Terra Santa e ne è grande conoscitore.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.