Angeli&Arcangeli: a Casale Monferrato una mostra sugli alati messaggeri tra Cielo e terra

Diocesi di Casale Monferrato, cattedrale aperta per la “Lunga notte delle Chiese”. Inaugurata la mostra “Angeli e Arcangeli” 4 giugno 2021 @ 10:20

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
mostra

Angeli e arcangeli: in mostra i messaggeri tra Cielo e terra. “Le opere presentate in mostra– spiegano dal Museo del duomo di Casale Monferrato– sono state ideate e realizzate durante i lunghi mesi di lockdown. E si presentano come dei moderni ex voto. Attraverso i quali l’artista Giovanni Bonardi intende esprimere un’invocazione. E allo stesso tempo un ringraziamento. Per tutto ciò che la vita, nonostante tutto, è in grado di offrire”. La mostra resterà visitabile fino al prossimo 4 luglio. Nelle giornate di sabato e domenica, dalle 15 alle 18. E, in settimana, su prenotazione.mostra

Fede in mostra

Anche la diocesi di Casale Monferrato aderisce “Lunga notte delle Chiese”. Consentendo la visita notturna alla cattedrale di Sant’Evasio. Ieri sera, dalle 18.30 alle 22.45, è stato possibile accedere al duomo. Nell’occasione, riferisce il Sir, è stata inaugurata la mostra “Angeli&Arcangeli” dell’artista Giovanni Bonardi. La mostra sugli alati messaggeri tra Cielo e terra è curata dall’Ufficio Beni Culturali diocesano. E allestita presso i matronei della cattedrale. Dai quali sarà possibile godere di una visione unica e speciale del nartece. Che in architettura, è la parte della basilica riservata ai catecumeni e ai penitenti. Costituita da un vestibolo per lo più addossato all’esterno della facciata. Che dal punto di vista architettonico può consistere in un colonnato aperto. O in un semplice triforio fiancheggiato da pareti piene. Nelle chiese occidentali medievali e moderne, il vestibolo antistante la facciata si indica piuttosto con il nome di “pronao“. O con quello più generico di atrio.

 

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.