Domenica la consacrazione del Medio Oriente alla Sacra Famiglia di Nazareth

Domenica l'iniziativa promossa con il patrocinio del Consiglio dei Patriarchi cattolici del Medio Oriente. Si unisce il Papa per il quale i cristiani mediorientali sono "testimoni e custodi della fede degli Apostoli"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Medio

Domenica prossima il Medio Oriente sarà consacrato alla Sacra Famiglia di Nazareth. L’iniziativa è promossa dal Consiglio dei patriarchi cattolici del Medio Oriente. Verranno celebrate liturgie eucaristiche speciali, riferisce Fides. Per invocare il dono della pace in tutta l’area mediorientale. Le funzioni religiose si svolgeranno Paesi in cui questo organismo ecclesiale esercita la sua azione di coordinamentoMedio

Medio Oriente consacrato

Dunque le Chiese cattoliche presenti nei Paesi mediorientali si preparano coralmente. Per consacrare il Medio Oriente alla Sacra Famiglia di Nazareth. E papa Francesco si unisce ai fratelli nella fede. Jorge Mario Bergoglio rinnova la sua vicinanza ai dolori. E alle sofferenze dei popoli di quella regione. E ribadisce il vincolo di predilezione che unisce per sempre i battezzati mediorientali al mistero della storia della salvezza. A partire dalla loro vocazione di testimoni. E di custodi che attingono alle sorgenti apostoliche della fede.Medio

Condivisione

Una predilezione che non separa i cristiani del Medio Oriente dagli appartenenti a comunità di fede diverse. Condividono il cammino nella tribolata vicenda storica mediorientale. Il Pontefice impartisce la benedizione apostolica a tutti coloro che prenderanno parte alle celebrazioni liturgiche. In programma domenica 27 giugno. Anche attraverso le reti sociali. L’intera area geografica sarà così consacrato alla Sacra Famiglia di Nazareth.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.