La dimensione sociale della fede

Il vescovo di Faenza-Modigliana. monsignor Mario Toso offre nel suo nuovo libro una sintesi aggiornata della Dottrina sociale della Chiesa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:19
Sociale
Uno strumento indispensabile nelle scuole di teologia, nelle diocesi e nelle associazioni per educare alla cultura della cura verso la pace. Questa esige, come ha scritto il Papa nel recente messaggio per la Giornata mondiale della pace, il riferimento alla Dottrina sociale della Chiesa. In una società digitale e multiculturale ha ancora senso parlare di umanesimo a ispirazione cristiana? A questa fondamentale domanda intende rispondere questo nuovo testo del vescovo Mario Toso che intende offrire, in particolare, una sintesi aggiornata della Dottrina sociale della Chiesa.
Papa Francesco

Impegno sociale

Dopo la sua pubblicazione, il Compendio di dottrina sociale della Chiesapromulgato dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace (2004), non è ancora stato integrato includendo gli importanti apporti della Caritas in veritate di papa Benedetto XVI e dei documenti sociali di papa Francesco quali, ad esempio, le esortazioni apostoliche Evangelii GaudiumAmoris laetitiaQuerida  Amazonia, e le encicliche Laudato sì’ e Fratelli tutti.
Papa

Nuclei antropologici

Temi già affrontati da monsignor Toso nel suo precedente saggio “Umanesimo sociale“. In una società multiculturale ha ancora senso parlare di umanesimo ad ispirazione cristiana? La comunità politica è una società di affari, di gioco o un’unione morale per il bene-essere di tutti? Al centro delle città stanno le imprese o il bene comune? Si può conseguire l’ideale del lavoro per tutti e un’opinione pubblica libera? Il presule tratteggia i nuclei antropologici ed etici del Magistero sociale della Chiesa riguardanti i diritti umani, la famiglia, il lavoro, l’economia, la comunità politica, i mass media e l’Europa. Evidenziando come la dottrina sociale può dare il suo apporto alla prospettazione di un nuovo umanesimo in una società globalizzata, multiculturale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.