INDIA, LE SUORE SALESIANE APRONO UN NUOVO CONVENTO A ORISSA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 5:30

Nello Stato indiano di Orissa, noto per i massacri anticristiani dei gruppi estremisti indù dell’agosto 2008, le suore salesiane Figlie di Maria Ausiliatrice hanno aperto una casa nel distretto di Kandamal. L’iniziativa giunge dalla suore della Provincia religiosa di Calcutta, che ha risposto a un invito della Chiesa locale.

Mons. John Barwa, Arcivescovo di Cuttack-Bhubaneswar, in occasione dell’inaugurazione del convento, ha sottolineato: “Le suore Salesiane si uniscono al nostro cammino missionario. A nome dell’Arcidiocesi, le accolgo con calore e auguro loro un fecondo ministero per l’edificazione del Regno di Dio”. Alla cerimonia hanno preso parte oltre 1.500 fedeli tra suore, sacerdoti, laici, ma anche funzionari civili locali, fedeli indù e di altre religioni

“Dio ci ha fatto un dono molto speciale in questo anno della celebrazione del Bicentenario della nascita del nostro Padre e fondatore Don Bosco. Un sogno si realizza”, ha detto suor Rose Ezarath, Superiora Provinciale delle Figlie di Maria Ausiliatrice. La missione è iniziata ufficialmente il 16 agosto, il giorno di nascita di Don Bosco, con la presenza stabile di tre religiose che “saranno missionarie del Vangelo della gioia”, ha rimarcato suor Rose. Il progetto nasce con l’obiettivo in particolare di aiutare giovani e famiglie povere, promuovendo attività educative e di formazione professionale.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.