In piazza S. Pietro presepe napoletano e albero dalla Polonia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:29

Manca ancora più di un mese all'inizio dell'Avvento (la prima domenica sarà il 3 dicembre) ma in Vaticano già si pensa a programmare, come sempre, l'inaugurazione del presepe e dell'albero che resteranno illuminati in piazza San Pietro fino al 7 gennaio 2018, domenica in cui si commemora il Battesimo di Gesù e termina il tempo liturgico di Natale.

Presepe napoletano

L'appuntamento è per giovedì 7 dicembre alle 16,30. Lo scorso anno il presepe fu offerto da Malta ed aveva come riferimento i migranti ed elementi caratteristici dell'arcipelago; quest'anno sarà invece l’Abbazia Territoriale di Montevergine ad allestirlo. Un'autentica opera d’arte, realizzata in stile settecentesco secondo la più antica tradizione napoletana, che vedrà impegnato un laboratorio artigianale partenopeo e sarà costruita su un’ampia superficie di circa 80 metri quadri, con un’altezza massima di circa sette metri, ispirata alle opere della Misericordia e rappresentata da ben 20 figure, con un’altezza variabile intorno ai due metri. Le teste e gli arti dei personaggi saranno in terracotta policroma, con occhi in cristallo ed abiti in tessuto.

L'albero dalla Polonia

Accanto al presepe ci sarà l’ormai tradizionale e maestoso albero di Natale, donato, quest’anno dalla Arcidiocesi di Elk, in Polonia. Sarà un imponente abete rosso alto 28 metri, con una circonferenza massima di circa 10 metri alla base, che rimane rilevante per tutta la sua altezza. Il taglio verrà effettuato dal Corpo Forestale locale, che sarà poi presente a Roma con una sua delegazione. L’albero sarà trasportato su un percorso stradale di oltre 2.000 Km che attraverserà il centro Europa. L’addobbo, poi, sarà curato dagli artisti, rappresentati dai bambini in cura presso i reparti oncologici di alcuni ospedali italiani. Questi bambini, insieme ai loro genitori, hanno partecipato ad un programma di ceramico-terapia ricreativa presso i laboratori ospedalieri permanenti, ideati, coordinati e gestiti dalla Fondazione Contessa Lene Thun Onlus, realizzando delle sfere e stelle di argilla, successivamente riprodotte in materiale sintetico per l’allestimento. Quest’anno, i piccoli artisti saranno affiancati dai loro coetanei delle zone terremotate del centro Italia, appartenenti all’Arcidiocesi di Spoleto-Norcia.

Udienza dal Papa

Nella mattina del 7 dicembre, la delegazione polacca, quella campana, insieme ad alcuni piccoli artisti, verranno ricevuti in udienza dal Santo Padre per la presentazione ufficiale dei doni. Il pomeriggio, come di consueto, in piazza San Pietro avrà luogo una breve cerimonia per l’inaugurazione del Presepe e l’illuminazione dell'imponente albero di Natale con il prestigioso ornamento.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.