Il 30 giugno il cammino penitenziale sulla via degli Angeli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 6:30

Si svolgerà il 30 giugno e il primo luglio il cammino penitenziale per la via degli Angeli per vivere il Perdono del Gargano. Il pellegrinaggio, organizzato dall'equipe vocazionale dei Frati minori cappuccini del Santuario di Padre Pio, prenderà il via da Monte Sant'Angelo e, dopo 25 chilometri percorsi a piedi, terminerà a San Giovanni Rotondo. 

Il programma

La due giorni comincerà a Monte Sant’Angelo, nella Basilica di San Michele Arcangelo, il 30 giugno alle 15.30. Il rettore del Santuario, padre Ladislao Suchy, presiederà il rito della consegna dello spadino di San Michele. Subito dopo i pellegrini si metteranno in cammino verso San Giovanni Rotondo. Alle 23.30, nel piazzale antistante alla chiesetta di Santa Maria delle Grazie, saranno accolti dal rettore del Santuario di San Pio, fra Francesco Dileo, che li accompagnerà all’interno della piccola chiesa. 

A mezzanotte poi, nel giorno delle dedicazioni delle Chiese di Santa Maria delle Grazie e di San Pio, il guardiano della fraternità dei frati cappuccini, fra Carlo Laborde, presiederà una solenne Celebrazione Eucaristica. La mattina successiva, alle 11.30 sarà il segretario generale dei gruppi di preghiera, fra Luciano Lotti, a presiedere la messa nella Chiesa di San Pio. Nella stessa chiesa alle 18 il rettore del Santuario di San Michele Arcangelo, padre Ladislao Suchy, presiederà la messa. 

L’evento si svolge grazie al decreto dell’indulgenza plenaria, concesso da Papa Giovanni Paolo II nel 2002, anno della canonizzazione di Padre Pio. I frati minori cappuccini del Santuario di San Giovanni Rotondo sulla pagina Facebook “Frati Accoglienza Giovani Padre Pio” hanno aperto “l’evento” dove sarà possibile iscriversi al cammino penitenziale sulla via degli angeli.

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.