Gli auguri di Natale di Papa Francesco a Benedetto XVI

ULTIMO AGGIORNAMENTO 21:18

Nel Monastero Mater Ecclesiae, dove il Papa emerito Benedetto XVI vive dal 2013, è avvenuto l'ormai consueto scambio di auguri per le festività natalizie fra lui e Papa Francesco, il quale si è recato dal suo predecessore portando con sé un regalo e intrattenendosi a lungo in conversazione. L'incontro è avvenuto alle 18.15 del pomeriggio per l'ormai usuale colloquio cordiale nel salotto del Monastero, appuntamento ricorrente negli ultimi 5 anni. Un gesto di cortesia e rispetto che, ogni volta, testimonia l'affetto che lega il Santo Padre Francesco con Benedetto XVI, al quale è succeduto dopo la rinuncia al Soglio pontificio arrivata nel 2013. Dopo aver consegnato una busta al Papa emerito, il Pontefice si è trattenuto per alcuni minuti prima di posare per le foto di rito assieme al suo ospite.

Gli ultimi incontri

L'ultimo incontro fra i due Pontefici risaliva all'ottobre scorso, quando Papa Francesco e Benedetto XVI si erano incontrati nei Giardini Vaticani nel giorno che ha preceduto la canonizzazione di Papa Paolo VI, di Oscar Romero e di altri cinque beati. Poco tempo prima, l'attuale Successore di Pietro aveva fatto una visita a sorpresa al suo predecessore, subito dopo la conclusione del Concistoro nel giugno scorso: in quell'occasione, il Santo Padre si era recato al Mater Ecclesiae assieme ad altri 14 neo-cardinali per svolgere un incontro di cordialità e preghiera. Peraltro, subito dopo la sua elezione al Soglio di Pietro nel 2013, uno dei primi gesti di Papa Francesco fu quello di recarsi da Ratzinger, in quei giorni a Castelgandolfo, incontrandolo all'interno del Palazzo Pontificio in uno storico abbraccio fra due Papi. Anche nella sua omelia pronunciata durante la Messa di inizio pontificato, Papa Francesco aprì la sua riflessione rendendo onore al suo predecessore.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.