Diocesi per i giovani, il Grest trasforma l’estate in un’opportunità di crescita

Diocesi di Cassano all’Jonio, continua anche in estate il reinserimento dei minori nel tessuto sociale e scolastico

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Giovani

Al servizio dei giovani. Il progetto socio-educativo per minori si chiama “L’Appetito Vien Studiando”. Ed è promosso dalla Caritas diocesana di Cassano all’Jonio. Durante il periodo estivo, “continuerà a stare vicino alle famiglie”. L’attenzione è rivolta, in particolare, ai bambini. E ai ragazzi che vivono situazioni di grave difficoltà a livello sociale. Familiare. Ed economico. Attraverso le attività, ormai consolidate, del Grest. Cioè del Gruppo estivo che offre la possibilità a bambini e giovani di condividere progetti e iniziative. Chiesa

Esperienze educative

Le attività si svolgeranno per tutta l’estate. A riportarlo è una nota della diocesi calabrese. In cui si evidenzia che “il centro estivo punta al reinserimento dei minori. Nel tessuto sociale e scolastico. In continuità con l’iniziativa “L’Appetito Vien Studiando“. Attraverso “forti esperienze educative”. Che permettono di rafforzare la propria autostima. E potenziare le proprie capacità. Soprattutto quelle di tipo relazionale. Tese ad instaurare nella popolazione minorile ed adulta forme di convivenza civile.

Giovani
Bambini che giocano in casa

Giovani in piazza

“Hurrà-giocheranno sulle sue piazze” è lo slogan dato al centro estivo 2021. Il gioco “come situazione di vita a rischio controllato, riferisce il Sir. Ciò rappresenta la modalità con cui i bambini scoprono il mondo. E attraverso la quale acquisiscono competenze. Per affrontare al meglio ogni situazione.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.