Governo e Chiesa copta, intesa contro la piaga della disoccupazione in Egitto

Emergenza-lavoro in Egitto, Papa Tawadros promuove un accordo col governo per contrastare insieme il “flagello della disoccupazione"

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Egitto

Sos disoccupazione in Egitto. La mancanza di lavoro è la piaga nascosta. Che toglie respiro e energie esistenziali alle giovani generazioni. In Egitto, evidenzia l’agenzia missionaria vaticana “Fides“, i giovani rappresentano una percentuale rilevante della popolazione. E la disoccupazione è una grave zavorra per tutti i progetti di sviluppo. Ed espone i giovani al rischio di vivere esistenze dispersive. In balia delle propagande estremiste. O di subire il richiamo dei guadagni facili promessi dalle attività criminali. Perciò il patriarca copto ortodosso Tawadros II ha firmato due accordi di cooperazione. Tra il ministero egiziano del Lavoro e gli organismi socio-caritativi della Chiesa copta. Accordi volti a porre in atto iniziative concrete. Per contrastare insieme il “flagello” sociale della disoccupazione. E favorire i giovani nella ricerca di percorsi lavorativi dignitosi.

Egitto in crisi

In pandemia i due accordi puntano a promuovere iniziative concrete. Per una adeguata “cultura del lavoro” e dell’attività imprenditoriale. Insieme a una appropriata conoscenza delle nozioni di salute del lavoro. Finalizzata a diffondere un’ adeguata consapevolezza. Sulla necessità di garantire sempre la sicurezza per i lavoratori. Nelle attività e sui luoghi di lavoro. Rientra nei protocolli attuativi degli accordi anche il potenziamento dei centri di formazione. Per l’avviamento dei giovani al mercato del lavoro. Una collaborazione tra dicasteri governativi e organismi ecclesiali. Per le attività di servizio e solidarietà sociale. Egitto

Collaborazione Stato-Chiesa

Accordi di collaborazione del patriarcato con enti pubblici e governativi. Per affrontare emergenze sociali. Come quelle della uscita dalla miseria. E della gestione dei fenomeni migratori. Ciò rappresenta una prassi ormai collaudata. Da parte di gruppi e istituzioni collegate alla Chiesa copta. A conferma della sua attitudine a testimoniare il Vangelo nella quotidianità del popolo egiziano. Condizionata da urgenze reali e vitali. Come quella di trovare un lavoro dignitoso. Per mantenere se stessi e le proprie famiglie.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.