E' una donna il 133° vescovo di Londra

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:40

E'la prima volta che la Chiesa d'Inghilterra prende una decisione come questa: Sarah Mullally, 55 anni, sarà infatti la prima donna in assoluto a ricoprire l'incarico di vescovo della diocesi di Londra. Dopo il placet formale avuto dalla regina Elisabetta II, capo della Chiesa anglicana, l'atto è stato ufficializzato da Downing Street, conferendo alla reverenda Mullally il titolo. La 55enne, finora a capo della diocesi di Crediton, nel Devon, ha in passato lavorato come infermiera prima di essere ordinata sacerdote nel 2001: al ruolo che, per riguardo, è secondo solo a quello di arcivescovo di Canterbury e di York, succede al reverendo Richard Chartres, inattivo dal febbraio scorso, dopo essersi dimesso per ragioni d'età.

Una sola vocazione

Sarah Mullally non è la prima donna a raggiungere il titolo di vescovo (la prima fu Libby Lane nel 2015, nominata alla diocesi di Stockport appena un anno dopo l'approvazione dell'ordinazione episcopale per le donne) ma, in questo caso, la nomina risulta decisamente importante, per prestigio e onorificenze connesse: al vescovo londinese, infatti, viene concesso addirittura un seggio nella Camera dei Lord. La reazione della reverenda è stata corredata da grande gioia non solo per la nomina ma anche per quello che considera un ritorno a casa: “Avendo vissuto e lavorato a Londra per oltre 32 anni, il pensiero di tornare qui è come andare a casa. Mi viene spesso chiesto come sia stato avere due carriere, prima nel Dipartimento della sanità e ora nella Chiesa. Preferisco pensare di avere sempre avuto una sola vocazione: seguire Gesù Cristo, conoscerlo e farlo conoscere, cercando sempre di vivere con compassione al servizio degli altri, sia come infermiera, sia come sacerdote o vescovo”.

Altrettanto entusiasta il commento dell'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby: “Essendo una delle prime donne consacrate come vescovo nella Chiesa d’Inghilterra, non solo ha tracciato una pista per gli altri, ma ha anche coltivato i principi della reciproca accoglienza che continuerà a dare frutti a Londra”. A breve, il nuovo vescovo si trasferirà con la sua famiglia nella Cattedrale di San Paolo, nel cuore della City, dove inizierà a svolgere il suo nuovo ruolo di guida. Sarah Mullally sarà la 133 esima persona a ricoprirlo.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.