DONATI 500 CHILI DI ALIMENTI AI POVERI DI TOR BELLA MONACA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:45

Pacchi di pomodori, legumi in scatola, formaggio, cereali e marmellate. Sono questi i regali che Papa Francesco ha deciso di inviare alle famiglie povere di Tor Bella Monaca, dove si è recato in visita proprio pochi giorni fa. In quell’occasione aveva visitato la Caritas e la parrocchia di Santa Maria Madre del Redentore e aveva paragonato i fedeli presenti a Giuseppe e Maria, perché proprio come loro erano di animo buono, ma con un solo difetto “esseri poveri, la povertà”.

Come è ben noto a tutti il santo Padre non si ferma solo alle promesse, e come già accaduto per le docce per i clochard e per la barbieria a San Pietro, ha deciso di fare un gesto concreto per tutte quelle famiglie che sono in difficoltà. Il Pontefice ha così deciso di inviare oltre 500 chili di alimenti all’associazione Medicina Solidale per le famiglie in difficoltà di Tor Bella Monaca che verranno consegnati da Mons. Konrad Krajewski, l’elemosiniere del Papa, sabato 21 marzo.

“È stata una vera sorpresa quando ci è arrivata la telefonata che ci annunciava l’arrivo degli alimenti per le famiglie più povere del quartiere. Il Papa non si è dimenticato di noi e a distanza di 10 giorni dalla sua visita a Tor bella Monaca ha voluto dare un segno della sua vicinanza a chi si trova in difficoltà – racconta Lucia Ercoli, direttrice dell’associazione, che aggiunge – Non sono una teologa ma con questi gesti di misericordia, idealmente, il Papa ha dato un’anticipazione sull’Anno Santo straordinario e per questo lo ringraziamo con il cuore per avere dato una speranza a tanti che vivono nella sofferenza e nell’emarginazione”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: [email protected]
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.