Il Dizionario della dottrina sociale della Chiesa raccontato in podcast

Una iniziativa dell'Università Cattolica assieme a Radio Marconi. Obiettivo, aiutare a comprendere e riflettere sulle sfide del presente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:28
Immagine tratta da Avvenire

Il Dizionario di dottrina sociale della Chiesa diventa anche un podcast. Il progetto nasce dall’Università Cattolica assieme a Radio Marconi. Con l’obiettivo di aiutare a comprendere e riflettere sulle sfide del presente alla luce dell’insegnamento sociale della Chiesa. Valorizzando la ricerca interdisciplinare che si svolge all’interno dell’ateneo, a partire dal 23 giugno, Radio Marconi trasmetterà un podcast a cura di uno dei docenti e ricercatori che hanno sviluppato il Dizionario di dottrina sociale della Chiesa. In ogni puntata verrà illustrata di volta in volta una delle parole che lo animano. I singoli contributi saranno contestualmente disponibili nella sezione podcast di Secondo Tempo, il media center dell’Università Cattolica nato in occasione delle celebrazioni per il centenario dell’ateneo.

“Questi brevi podcast hanno lo scopo di lanciare qualche spunto che solleciti l’interesse per le grandi questioni del nostro tempo. E faccia venire voglia di approfondire, leggendo i contributi liberamente disponibili sul sito del Dizionario – dichiara Simona Beretta, direttore del Centro di Ateneo per la dottrina sociale della Chiesa -. La dottrina sociale della Chiesa è oggi più che mai una risorsa preziosa per cogliere le sfide della realtà e per orientare l’azione”.

In questo appuntamento settimanale gli ascoltatori avranno la possibilità di conoscere più da vicino parole e tematiche quali Lavoratori e famiglia, Traffici illeciti, Accesso alla terra, Algoritmo, Libertà religiosa, Educare all’alleanza tra l’umanità e l’ambiente, Psicologia e robotica sociale, Welfare aziendale, Istituzioni inclusive e sviluppo economico, Sistemi sanitari e cura della persona.

Il progetto podcast sarà condiviso dai media partner Radio Vaticana-Vatican News e L’Osservatore Romano.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.