Fino al 31 marzo la diocesi di Milano offre il “pane di oggi”

In preparazione della pasqua la Chiesa ambrosiana propone un ciclo di meditazioni. Milano nei racconti di spiritualità della Quaresima

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Milano

Milano tra fede e cultura. Si concluderà il 31 marzo con lo straordinario sfondo del Cenacolo di Leonardo da Vinci. Il ciclo di meditazioni “Epiousios, il pane di oggi” è proposto dall’arcivescovo di Milano. In questo modo monsignor Mario Delpini accompagna i fedeli durante tutta la Quaresima.Milano

Milano nei racconti

Da domenica 28, nei primi quattro giorni della Settimana Santa, all’appuntamento di preghiera quotidiano seguirà la lettura di altrettanti racconti. Scritti dallo stesso arcivescovo. E affidati alla voce di due attori, Arianna Scommegna e Alessandro Castellucci. Che interpreteranno i testi da due palcoscenici milanesi. L’Auditorium San Fedele dei gesuiti. E il Teatro Blu della parrocchia Santa Angela Merici.milano

Ripartenza

“Insieme a musei, ai teatri e ai cinema sono chiuse anche le mille sale di comunità presenti in tutta Italia. Di cui 200 solo nella diocesi di Milano- osserva don Gianluca Bernardini. Il sacerdote è il presidente nazionale dell’Acec. L’associazione cattolica esercenti cinema. Aggiunge: “Le sale di comunità sono luoghi che soprattutto nei piccoli centri e nelle periferie sono spesso gli unici presidi culturali esistenti. Una situazione che ci preoccupa. Ma che speriamo possa finire il prima possibile e consentire una prossima ripartenza“.

Pace autentica

Con un appello alla pace autentica dei cuore. Secondo l’arcivescovo di Milano, la pace vera è quella “coltivata nella contemplazione”. Sull’esempio di Maria, “la madre, modello per la Chiesa. E per ogni persona credente. Maria riceve l’annuncio. E lo custodisce come un seme da coltivare nel cuore”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.