Corsi alla diocesi di Innsbruck per apprezzare “la componente divina del silenzio”

Austria: danza, silenzio e spiritualità nei corsi meditativi al centro St. Michael in Pfons

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:00
Silenzio

Nei corsi estivi della Chiesa austriaca si approfondisce “la componente divina del silenzio”. Attraverso elementi di danze circolari. Coreografie di culture diverse. E movimenti ritmici liberi. Ai queli si aggiungono esperienze spirituali e corporee. Il Bildungshaus St. Michael in Pfons è il entro spirituale ed educativo nella diocesi di Innsbruck. E, riferisce il Sir,  arricchisce la propria offerta estiva. In vista della ripresa delle attività regolari dopo l’estate. Aprendo dei corsi di danzaterapia meditativa. silenzio

Spiritualità del silenzio

Previste due meditazioni quotidiane. E due sessioni di danza. I 15 partecipanti al corso cercheranno di approfondire la propria conoscenza. Proprio “attraverso la danza. La musica. Gli impulsi testuali. Le percussioni meditative”, spiegano gli organizzatori dei ritiri. E cioè a pedagoga coreuta Barbara Samm. E l’assistente spirituale per malati Renate Nachbaur.  “Ciò che viene iniziato attraverso la meditazione si approfondisce nella danza-aggiungono-. Questa esperienza rifluisce nella meditazione. Il corso si svolge nel silenzio”.

Formazione

Il workshop è condotto da Michaela Pfaffenbichler. Allieva della domenicana Monika Gessener. Responsabile di un corso di formazione triennale sulla “danza biblica” a Speyer. In Germania. I corsi si tengono principalmente in Germania e Svizzera. Pfaffenbichler offre i suoi ritiri di danza anche nel monastero francescano di Vöcklabruck. Barbara Samm nel suo corso collega due aree importanti della sua vita. La danza e il silenzio.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.