Chi è Ruth Pfau, la suora ricordata da Google

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30

Novant'anni fa nasceva Ruth Pfau e Google ha dedicato un doodle, il tipico logo personalizzato, alla suora che ha dedicato oltre 50 anni della sua vita all'assistenza dei malati di lebbra in Pakistan. Chiamata la Madre Teresa del Pakistan, suor Ruth ha fondato 157 cliniche nel Paese e curato oltre 56.000 pazienti. Grazie al suo lavoro, nel 1996 l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il Pakistan uno dei primi paesi dell'enclave asiatico a tenere la lebbra sotto controllo

Nata a Lipsia il 9 settembre 1929, sin dall'infanzia Ruth ha vissuto al confine in una Germania scissa dal muro di Berlino. Nel dopoguerra si trasferì con la famiglia dall'altra parte della cortina, nella Germania Ovest, iniziando a studiare Medicina all'Università di Magonza. Ci sono due episodi, strettamente concatenati, che caratterizzarono la sua vita: negli anni Cinquanta, conobbe una superstite ai campi di concentramento che le mostrò l'amore assistenziale come alternativa alle brutture delle azioni umane. Questo la spinse a ripensare la propria vita e, dopo un cammino spirituale, a lasciare il protestantesimo e convertirsi al cattolicesimo.


Suor Ruth Pfau visita un bambino pakistano – Foto © katholisch.de

Al fianco degli ultimi

E così, nel '57, vestì l'abito monacale dentro l'ordine missionario della Figlie del Cuore di Maria, che si occupavano dell'istruzione dei più giovani tenuti ai margini della società. Con loro, maturò il desideriio di recarsi in India ma, per problemi inerenti il visto, dovette sostare nel vicino Pakistan. Colà, venne colpita dalle precarie condizioni in cui versavano i malati di lebbra e decise di occuparsi di loro proprio a Karachi. Dei poveri ed emarginati lebbrosi disse: “Come medico, il mio lavoro non è solo quello di dare medicine alle persone. Voglio vedere quelle persone tornare alla loro vita di sempre”. Nel primo anniversario della sua morte, avvenuta nel 2017 in seguito a una crisi respiratoria, il cardinale Loseph Coutts, arcivescovo di Karachi, ha detto: “Ruth Pfau ha dato tutta la sua vita ai pazienti e alle persone con cui lavorava. Ha viaggiato in tutto il Paese per raggiungere e curare i pazienti affetti da lebbra”. Grazie alla sua dedizione, suor Ruth Pfau è stata la prima donna ad aver ricevuto i funerali di Stato in Pakistan. 


I funerali di Stato di suor Ruth Pfau, avvenuti il 19 agosto 2017

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.