Sfollati afghani, oggi a Sigonella i beni di prima necessità alla Caritas e alla Tenda San Camillo

La diocesi di Acireale, la base Nas e il Comando dell’Aeroporto di Sigonella soccorrono gli sfollati afghani in transito

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Caritas

Supporto alla Caritas e alla Tenda San Camillo. Oggi alle ore 11 mobilitazione solidale del team della base Nas (Naval air station) Sigonella americana. E del Comando Aeroporto Sigonella dell’Aeronautica. Saranno consegnati abbigliamento e beni di prima necessità alla Caritas diocesana di Acireale. E all’Associazione Tenda San Camillo. Casa di recupero per persone con problemi di tossicodipendenza. E per ammalati di Aids.caritas

Sostegno alla Caritas

L’iniziativa è stata resa possibile da padre Riccardo Leonardi della Congregazione dell’Oratorio di San Filippo Neri ad Aci Catena. Parteciperanno all’iniziativa odierna i rappresentanti dell’Aeronautica e della Marina statunitense. E monsignor Antonino Raspanti, vescovo di Acireale. I prodotti, riferisce il Sir, provengono dalla generosità dei siciliani. In tanti hanno aderito al ponte umanitario organizzato dagli Stati Uniti. Denominato “Operation Allies Refugee”. Per aiutare i cittadini afghani arrivati alla base Nas Sigonella. Saranno gli stessi militari americani che stamattina si occuperanno delle varie fasi della consegna.

Caritas
La Tenda San Camillo

Periodo di difficoltà

La risposta caritatevole è stata così rilevante che ha soddisfatto i bisogni primari degli sfollati afghani in transito. Poi si è deciso di sostenere anche la popolazione siciliana in un periodo di difficoltà dovuta all’emergenza Covid. Così da rafforzare i legami di fratellanza con la base Usa che si trova ospite in Sicilia sin dal 1959.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.