#tuttoèconnesso: Policoro-Caritas alla diocesi di Cerignola e Ascoli Satriano

Dopo la pausa forzata dovuta al Covid-19, ritorna la Settimana sociale diocesana. L'evento, giunto alla sua quarta edizione, si terrà dal 17 al 19 giugno nel seminario vescovile di Cerignola

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
Caritas

Caritas, Progetto Policoro e diocesi. Una “tre giorni” di confronti. Sotto la guida di monsignor Luigi Renna. Vescovo di Cerignola-Ascoli Satriano. Presidente della Commissione episcopale Cei per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace.Caritas

Caritas, lavoro e problemi sociali

Dopo la pausa forzata dovuta al Covid-19, ritorna la Settimana sociale diocesana che, giunta alla sua quarta edizione, si terrà dal 17 al 19 giugno nel seminario vescovile di Cerignola. Organizzata dall’Ufficio per i problemi sociali e del lavoro. Dal Progetto Policoro. Dalla Caritas della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano. La Settimana sociale diocesana avrà uno sguardo rivolto alla Settimana sociale nazionale. In programma a Taranto (21-24 ottobre 2021). E avrà come tema “Il pianeta che speriamo. Ambiente, lavoro e futuro“. #tuttoèconnesso.caritas

Faro

Il faro resta l’enciclica sociale “Laudato si'”. Con cui papa Francesco pone al centro la categoria dell’“ecologia integrale”. Da intendersi alla luce della “Fratelli tutti”. La Settimana sociale diocesana, infatti, punterà i riflettori sul rapporto tra ecologia ed economia. Tra ambiente e lavoro. Tra crisi ambientale e crisi sociale. Nella consapevolezza che. Una ambientale e un’altra sociale. Bensì una sola e complessa crisi socio-ambientale non ci sono due crisi separate.caritas

Programma

Il primo giorno sarà dedicato al tema dell’ambiente e del lavoro. Uno sguardo propositivo verso il futuro. Il secondo giorno sarà il turno dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile. Programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità. Sottoscritto nel settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’Onu. Il terzo giorno sarà organizzato in collaborazione con l’Ufficio esecuzione penale esterna (Uepe) di Foggia. In simbiosi con il progetto diocesano “Liberiamo la Speranza”. E si porrà alla “ricerca di spazi educativi. Per diventare una comunità che accoglie. E ripara”.

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.