Caritas Fabriano-Matelica: 20 tirocini retribuiti in azienda per 14 giovani e 6 adulti in cerca di occupazione

Progetto "Lavoro & dignità" della Caritas di Fabriano-Matelica. Dell'impegno della Chiesa a favore dell'occupazione in tempo di crisi Covid parla a Interris.it don Marco Strona, direttore della Caritas diocesana

ULTIMO AGGIORNAMENTO 0:05
lavoro

Nella diocesi di Fabriano-Matelica, guidata dall’arcivescovo Francesco Massara, la Caritas fa da ponte tra le aziende e chi cerca lavoro. Si chiama “Lavoro & dignità” ed è il progetto della Caritas diocesana di Fabriano e Matelica rivolto alle persone disoccupate e inoccupate. “Una particolare attenzione è rivolta a coloro che vivono in condizioni di vulnerabilità e disagio socio-economico– spiega a Interris.it don Marco Strona, direttore della Caritas diocesana di Fabriano-Matelica-. Le candidature sono aperte fino al 28 febbraio. Basta inviare una mail all’indirizzo: caritas@frabriano-matelica.it allegando un curriculum vitae aggiornato, un certificato storico lavorativo (c2 storico) da richiedere al Centro per l’impiego e un Isee aggiornato”. Oppure i documenti possono essere consegnati direttamente ogni martedì (dalle 9.30 alle 12) alla sede della Caritas diocesana a Fabriano in via Fontanella 63.occupazione

L’impegno della diocesi per l’occupazione

“Con questa iniziativa ci proponiamo di rimettere nei circuiti dell’occupazione coloro che ne sono usciti a causa della crisi economica aggravata dalla pandemia- sottolinea don Strona-. Siamo impegni nel coinvolgimento delle aziende per fare da ponte tra loro e chi ha perso il lavoro. Ci mettiamo tutta la buona volontà. E speriamo che ci sia la possibilità di un’assunzione per molti dei tirocinanti. Sarebbe un segno di grande importanza per l’intera comunità“.

occupazione
Centro per l’impiego (immagine di repertorio)

Testimonianza

Prosegue il direttore della Caritas diocesana: “Nell’ultimo anno ci siamo accorti che nei nostri centri di ascolto le persone vengono a chiedere un’occupazione. Noi non siamo un’agenzia del lavoro ma si sentiamo interpellati come Chiesa a offrire una concreta testimonianza di sostegno. Stiamo raccogliendo i curricula dei candidati al tirocinio retribuito. Intanto proseguiamo il dialogo con le imprese. Abbiamo incontrato tutti i rappresentanti delle categorie, da Confindustria a Confartigianato. Continueremo a girare per le aziende a presentare la nostra proposta presentando profili anche in un’ottica di assunzione post-tirocinio. Poi, in base alle offerte e alle disponibilità manifestate dalle imprese, indirizzeremo in maniera mirata i candidati selezionati dopo un’attenta valutazione delle caratteristiche, delle capacità delle esperienze individuali”.

 

 

Se vuoi commentare l'articolo manda una mail a questo indirizzo: scriviainterris@gmail.com
Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.