Caritas Cile: al via la campagna “Solidarietà di fronte all’emergenza”

La Caritas cilena lancia una raccolta fondi per aiutare le popolazioni colpite dal maltempo e, oltre all’azione umanitaria, invita la popolazione alla “cultura della prevenzione”

Credit: CARLO CARINO BY AI MID

Caritas Cile ha avviato la campagna “Solidarietà di fronte all’emergenza” per rispondere alle piogge e alluvioni che stanno colpendo il centrosud del Paese, causando migliaia di evacuati e prevedendo ulteriori precipitazioni durante l’inizio della stagione invernale. L’iniziativa mira a raccogliere fondi per sostenere le comunità colpite da questi sistemi meteorologici, fornendo una risposta umanitaria immediata.

Caritas Cile: al via la campagna “Solidarietà di fronte all’emergenza”

Caritas Cile lancia la campagna “Solidarietà di fronte all’emergenza, di fronte alle piogge e alluvioni che stanno colpendo il centrosud del Paese, con migliaia di abitazioni evacuate, mentre si annuncia un’altra settimana di piogge, all’inizio della stagione invernale. L’iniziativa della Caritas mira a ricevere contributi in denaro per sostenere le comunità colpite dai sistemi frontali che interessano varie aree del Paese, contribuendo all’immediata risposta umanitaria. Di fronte a questa situazione, Lorenzo Figueroa, direttore di Caritas Cile, ha dichiarato: “Data la grave situazione e l’emergenza che stiamo nuovamente affrontando – in un Paese altamente vulnerabile a questi fenomeni – Caritas Cile vuole lanciare un nuovo appello alla collaborazione, per essere solidale con la sofferenza e la vulnerabilità di tante famiglie, migliaia di case che oggi stanno soffrendo”.

Necessaria la “cultura della prevenzione”

Figueroa aggiunge che “con questo vogliamo unirci all’azione umanitaria che è così necessaria in questo momento. E insieme a questo, tutta la nostra rete Caritas a livello nazionale, vogliamo anche lanciare un appello affinché, a partire dalla risposta a questi disastri, possiamo anche muoverci verso una cultura della cura e della prevenzione”, invitando che “sia nella nostra comunità e nei comportamenti individuali, ma anche come Paese, attraverso i modi di abitare i nostri spazi e attraverso le politiche pubbliche; possiamo muoverci verso la prevenzione, soprattutto in questo contesto di gravi effetti del cambiamento climatico che stiamo affrontando come umanità”.

Fonte: AgenSIR